Follow Me

Close

La vita è fatta di momenti, di giorni e di anni che passano, inesorabili. Custodire i propri ricordi, al sicuro, vicino a noi, è diventato più che mai di vitale importanza.

Immortaliamo attimi della nostra vita scattando foto per racchiuderle poi nella libreria del telefono, pensando che cosí saranno nostri per sempre. Ma poi, diciamoci la verità, quante volte scorriamo il dito all indietro per vedere tutte le foto passate?!

Poche volte, perchè siamo pigri, perchè è più importante scattarne altre, perchè abbiamo sempre qualcosa (di meglio) da fare…

PhotoSí, l’azienda leader in Italia nella commercializzazione di prodotti fotografici, ci viene un’altra volta in soccorso.

Questa volta ho scelto la memory box, perfetta se cercate delle scatole personalizzate online dove poter custodire i ricordi più belli. Io ho scelto una fotografia dei miei bambini, uno scatto rubato mentre si lavano i denti, insieme, seduti sul lavandino.

photosi memory box

La comodità e il servizio che ti offrono PhotoSí sono ineguagliabili. Infatti direttamente da casa, dal divano o dalla tua scrivania, puoi scegliere cosa personalizzare e soprattutto come. PhotoSí ti offre una vasta gamma di prodotti: dai calendari, ai fotolibri, dai cuscini personalizzabili alle cover per smartphone, sono più di 100 articoli!

Cosa ti garantisce PhotoSí:

  • Scegli la modalità di pagamento.
  • Il ritiro in negozio o a casa tramite corriere.
  • Ottimo rapporto qualità-prezzo
  • Azienda interamente italiana
  • Possibilità di supporto da parte di fotografi professionisti durante il layout del prodotto.

 

photosi memory box

La Memory Box in latta è lunga 22 cm, alta 16,5 cm e profonda 7. Misure perfette per custodire ogni nostro piccolo ma importante ricordo. Per esempio io vi ho messo dentro i loro ciuffi di capelli, la prima volta che glieli tagliai. I braccialetti dell’ospedale e i primi disegni, molto astratti, ma che sembrano delle opere d’arte.

Hai una cerimonia in vista?

Niente paura, PhotoSí ha creato tantissimi prodotti anche per le cerimonie: idee originali e carine per ricordarsi il giorno del suo battesimo o le bomboniere della  prima comunione. Potrete scegliere tra il biglietto per l’invito alla cerimonia, il portachiavi, il fotolibro, il puzzle di una sua fotografia in 192 pezzi, il cuscino rettangolare o il foto quadro. Oppure la Memory Box, che in questo caso potrà contenere i confetti!

photosi memory box

Ma PhotoSí non finisce di sorprenderti: ti da il benvenuto regalandoti subito 10 Euro da utilizzare per il tuo primo acquisto! Cosa stai aspettando?!?

Clicca qui per ottenere il tuo buono sconto!

MAMMA GLAMOUR

 

 

 

 

PHOTOSÌ APRILE-DICEMBRE 2017

Flower Power” che rimanda immediatamente ad un senso di pace, di figli dei fiori e di vestiti colorati. Di credere che sia possibile “combattere le cose negative” con la bellezza dei fiori.

Sembra un pensiero troppo lontano dalla mentalità contemporanea di oggi. Eppure in un mondo che viaggia cosí veloce, è più che mai necessario trovare conforto in qualcosa di concreto.

E allora ditemi se non vi mette di buon umore un mazzo di fiori al centro di una tavola, un ramo di ciliegio dentro una giara di vetro sul mobile della cucina e un’orchidea bianca sul davanzale della finestra del bagno.

rami in fiore

Profumo, colore e allegria. 

Non è di questo che, in fondo, tutti noi abbiamo bisogno? Di godere delle cose che ci fanno stare bene, di una bellezza un pò esteta che ci appaga gli occhi, e i sensi? Di respirare serenità perchè in un ambiente allegro e dove “ogni cosa è al suo posto” è inevitabile sentirsi in pace con se stessi?

Allontanando, almeno per quegli istanti, tutti i pensieri negativi che abitano nella nostra mente.

Il caffè si gusta meglio se sulla tavola abbiamo il nostro vaso preferito con dentro i nostri fiori preferiti. I miei, ormai, lo sapete quali sono:

tulipani bianchi

Tulipani Bianchi, ovviamente.

{ma non è di certo una novità, ormai…}

tulipani bianchi

tulipani

Ma anche la delicatezza dei ranuncoli e la contorta bellezza delle anemoni, che ricordano davvero quelle marine.

ranuncoli

ranuncoli

fiori di anemone

No, io non sono una tipa da rose rosse.

{Malgrado io stessa sia spinosa e complicata, a tratti difficile da capire. Con me non sai mai da che parte cominciare e se non vuoi rischiare, allora girati e va altrove.}

E da tutti quei luoghi comuni come San Valentino e l’onomastico e gli anniversari. Il 14 di Febbraio papà Glamour è arrivato a casa con un vaso enorme di bulbi di campanelle color indaco. Non poteva farmi regalo più azzeccato.

bulbi campanelle

Ah e che non mi abbia portato al ristorante, poi quello è un altro discorso, ma comunque va bene cosí.}

Prediligo la purezza, i colori tenui, quelle sfumature che vanno dal bianco latte al rosa cipria, ma comunque che sanno di pulito. Che ricordano la palette di Chanel della mamma: color carne dall’effetto naturale, ma di una bellezza che rincuora.

E allora vado alla ricerca di quello che mi fa stare bene e che mi strappa un sorriso ogni volta che scendo le scale la mattina e in ogni angolo vedo i fiori. 

fiori bianchi

Non sono mai stata un pollice verde (e credo non lo sarò mai) ma da quando sono qui in Casa Glamour mi piace dare personalità a questa piccola ma accogliente dimora. Che sia una pianta grassa, che siano bulbi di giacinto, fiori essiccati e legati da uno spago e ancora un vaso in ceramica che “pende dal soffitto”! Qualsiasi tocco di verde va bene per cambiar faccia alla casa, renderla allegra e prepararla cosí alla primavera!

azalea

Sono riuscita a mettere alcuni tipi di piante anche in bagno, che si sa, non è proprio la parte più accogliente della casa, ma è giusto trovargli una giusta personalità, e abbellirlo con una pianta trovo sia un’ottima idea!

pianta grassa

Questa è una pianta grassa africana, che necessita di pochissima manutenzione, infatti va bagnata una volta ogni 10\15 giorni. Con il vaso giusto e una luce adeguata si può dare un tocco chic anche al bagno.

pianta grassa

Qualunque sia la pianta o il fiore che più vi rappresenti cercate di valorizzarli al meglio, scegliete con cura i vasi e assicuratevi che si abbinino allo stile della casa, oppure staccate completamente e giocate con colori, righe, pois e motivi allegri! La primavera sta arrivando e allora entriamo anche noi nel mood che caratterizza questo periodo.

Anche la città si colora e la smette di essere imbronciata e grigia, cosí torna a vestirsi di colori anche lei e quando cammini per strada ed esci dalla metro e vedi i baracchini pieni di fiori, ti viene da sorridere, e ti si illuminano gli occhi!

tulipani bianchi

tulipani colorati

tulipani freschi

 

Dopo un inverno lunghissimo e abbastanza freddo, c’è bisogno di un tocco di freschezza. Allora lasciamoci catturare dalla bellezza dei fiori e dal loro potere rilassante e che mette subito il buon umore anche quando fuori piove, almeno credo.

casa in fiore

Questa per esempio è la mia visuale preferita, un’angolazione perfetta dove si vedono tutti i piccoli spazi della casa, che, come potete vedere sono sfruttati al meglio: lucine, candele, fiori e piantine dovunque ti giri!

In un ambiente cosí è vietato essere tristi!

vaso di tulipani

tulipani bianchi

E poi lo diceva anche Virginia Woolf:

“La signora Dalloway disse che i fiori li avrebbe comperati lei. Lucy ne aveva fin che ne voleva, del lavoro. C’era da levare le porte dai cardini; e per questo dovevano venire gli uomini di Rumplemayer. “E che mattinata!” pensava Clarissa Dalloway “fresca, pare fatta apposta per dei bimbi su una spiaggia.”

Non pensiamoci troppo e compriamoci dei fiori, e sarà come avere il mare un pò più vicino.

MAMMA GLAMOUR

 

Ho cambiato completamente la cucina durante le vacanze di Natale. Rinnovare low cost e`possibile, ecco come ho fatto io!

Basta solo un po’ di originalita’ e tanta voglia di fare, e rinnovare la cucina diventa un gioco da ragazzi! Vi spiego cosa abbiamo buttato via e cosa abbiamo riutilizzato, le sedie recuperate a casa del nonno e quelle nella vecchia fabbrica. Si lo ammetto: una l’ho anche presa dal marciapiede! {aiuto adesso mi scoprono!!!}

Eccola qui: grigia e bianca, e quali altri colori potevo scegliere? Vi ricordate com’era prima? Avevo il bancone all’americana, lungo 180 cm con un top in finto legno, si lo so gia’ che scelsi il legno, in più’ effetto legno quindi neanche quello vero. C’era qualcosa di sbagliato in me, oppure semplicemente 4 anni fa mi piaceva cosi’.

Era un po’ che volevo rinnovare la mia piccola ma bella cucina, e durante le vacanze di Natale ne abbiamo approfittato. I bambini stanno crescendo e la penisola stava diventando ingombrante, togliendo spazio alla casa. Che gia’ e’ piccola, nonostante ogni spazio sia comunque ben distribuito.

Quello che abbiamo eliminato.

  • Il bancone in cartongesso. Se sei stressata o hai appena litigato con qualcuno basta prendere a calci un muro in cartongesso e tutto passa! Martino, ops scusate papa’ glamour  ci ha messo soltanto 1 ora per buttare giu’ il muro. Purtroppo il bancone fu costruito prima della posa del parquet quindi mancava un pezzo di pavimento. Ma papa’ glamour con la sega a nastro ha tagliato la nuova trave di legno e posato sulla parte mancante.
  • Porta antica. Una bellissima porta recuperata del 1800, in legno scuro e massiccio, non proprio di mio gusto, ma il problema era che mi copriva il termosifone della cucina e toglieva ulteriore luce, gia’ mancante, purtroppo, in casa nostra. Non preoccupatevi l’abbiamo riposta in garage, al sicuro.

Quello che abbiamo aggiunto.

  • Tavolo moderno allungabile. Di forma quadrata, bianco e moderno, IKEA ovvio!!! assolutamente di effetto e non ingombra, si può allungare per ospitare fino a 8 commensali. Cosi quando vengono i nostri amici stiamo tutti più comodi!

  • Sedie vintage o recuperate. Mi sono sempre piaciute le vecchie sedie, quelle un po’ scricchiolanti, di quelle che non sai se ti reggono non appena ti appoggi. Quelle che vedevo sempre attorno al tavolo della mia bisnonna quando il venerdì’ a pranzo ci cucinava il risotto giallo e le milanesi. Sono riuscita a recuperarne 4, tutte diverse sia per forma che per colore, per tipo di legno e anni di vita. Per ora ne ho pitturata una di grigio e l’ altra di bianco. Due sono ancora “color legno” non mi dispiacciono, ma subiranno un restyle anche loro!

  • Armadio\credenza. Facendo un giro per negozi di arredo e sul web, non ho trovato quello che avevo in mente per il mobile della cucina. Cosi presa dalla disperazione mi venne un’idea geniale, a parer mio, l’armadio dei bambini! Lo direste mai che e’ un armadio e non una credenza da cucina? Ve l’ho detto, basta solo un po’ di fantasia e ingegno!

  • Mini cassettiera. In legno per riporre biscotti, farina e pasta. E’ davvero piccola e non molto capiente, ma se anche voi avete giocato a Tetris da piccoli sarà’ un gioco da ragazzi incastrare tutti i viveri!!! Per il momento e’ ancora al naturale, ma pensavo di pitturarla di bianco e cambiare i pomoli dei cassetti, magari tutti diversi, cosa dite? Che mi consigliate? Mi piace sapere cosa pensate voi e molte volte mi date degli spunti che apprezzo tanto!

  • Cesti e cestini. Avendo bisogno di spazio dove riporre le scorte di cibo mi sono arrangiata con un cesto di cotone bianco, abbastanza alto e capiente e una cesta di vimini profonda che ho messo sopra la cassettiera. Ho acquistato anche un cestino in cotone e un contenitore in feltro. Grigi entrambi e che ho posizionato sopra l’ armadio\credenza.

Cosa abbiamo dipinto e pitturato.

  • Il top del piano lavoro. Come vi dicevo prima sia la penisola che il piano lavoro erano “effetto legno”. Noi lo abbiamo carteggiato e dipinto di bianco. Esistono vernici apposta che ti garantiscono una buona riuscita e soprattutto che non intacchino i cibi. Molto facile da stendere   con il rullo di medie dimensioni e pennello per le parti più piccole. Noi abbiamo dato 2\3 mani per coprire al meglio!

  • Il muro sopra il piano lavoro. Abbiamo creato una sorta di trama che segue tutta la cucina. Con una vernice color grigio nuvola, effetto opaco (come la sedia nella foto precedente). Facile da pulire, perché visto che abbiamo dipinto anche dietro i fornelli, schizzi di olio e salsa al pomodoro vanno via facilmente.

  • Il muretto della cucina. Per staccare dal solito bianco, abbiamo pitturato tutta la lunghezza del muretto che delinea il perimetro della cucina. Il colore e’ stupendo, ovviamente!
  • La cornice dello stipite della porta. Per creare continuità con la parete opposta abbiamo dipinto il contorno dello stipite della vecchia porta, che non c’ e’ più. Decorazione fai-da-te di grande effetto!

Questo e’ il risultato del nostro restyle, assolutamente handmade. Realizzato con le nostre mani e soprattutto con la nostra fantasia e il nostro amore.

Il costo totale per un lavoro del genere e’ al di sotto dei 400 Euro, contando anche il prezzo del tavolo (99,00 euro) e quello del armadio\credenza (119,00), che sono le cose più costose, le vernici e i complementi di arredo.

La manodopera e’ gratis perché l’ olio di gomito dovete metterlo voi! Ma vi assicuro che e’ molto divertente e alla fine vi regala grandi soddisfazioni!

Ah e non dimenticatevi un bel mazzo di fiori freschi sul tavolo, fa allegria e atmosfera, sempre!

MAMMA GLAMOUR

 

Le luci, il legno, il pelo, le coperte calde sopra il divano, una camomilla fumante prima di andare a letto e il caldo tepore di una casa vestita d’inverno.

Non e’ poi cosi male dai, certo ci si mette un po’ ad abituarsi al buio delle 5 e agli alberi spogli, ma trovo in loro un grande e misterioso fascino, la nebbia tra i viali e quel grigio che si puo’ sconfiggere vestendosi di comfort, i tuoi jeans preferiti e gli stivali col pelo, una bella sciarpona fatta a mano e il cappotto oversize.

Ho imparato ad amare i mesi autunnali da quando mi sono trasferita nella mia casa, da quando ho potuto arredare ogni angolo secondo il mio gusto personale: quello scandinavo, che rimanda ai paesi del Nord, alla mia adorata Danimarca, ai suoi colori pastello e ai tulipani sui davanzali delle finestre, ma anche all’Olanda, le biciclette e i canali con le facciate grigie e nere delle tipiche case strette e lunghe.

danimarca-e-svezia_01_aereo_0_0

Alla Svezia che ancora non conosco, ma che e’ il mio piu’ grande sogno insieme alla Norvegia. Prima o poi ci andro’, prima o poi l’aurora boreale fara’ parte del mio patrimonio visivo ed emozionale.

Essendo cosi’ lontana fisicamente da questi luoghi per me magici e a cui sono legata da ricordi indelebili che custodisco gelosamente nel mio cuore, rifuggo ogni mio amore per questa terra nell’arredo della casa e in piccoli dettagli, nella moda e nel design.

Avete mai pensato che anche la casa possa cambiarsi d’abito? Che anche la nostra abitazione abbia bisogno di un cambio armadi?

Ebbene si’, bastano piccoli cambi di outfit per vestire la casa a seconda della stagione e senza spendere un patrimonio. (sotto vi lascio il dettaglio di cosa ho acquistato con i relativi prezzi)

Io mi sono concentrata sulla zona living, perche’ e’ lo spazio che piu’ utilizziamo di tutta la casa se non il piu’ ampio e di cui riusciamo a goderne tutti, soprattutto io e papa’ glamour.

Vediamo come si puo’ cambiare aspetto al divano: bastano un copriletto a quadrettoni nero e bianco, fodere per cuscini abbinate, cuscini in ciniglia bianchi, e una copertina di pelo per il puffo, cosi’ i nostri piedi saranno sempre al caldo!!!

15068269_1030620587063384_327842437535380298_o

In questo modo avete dato un tocco di comfort in piu’ al vostro divano e mentre guardate la TV non sentirete piu freddo!

Passiamo ai complementi di arredo.

Ogni tanto mi diverto a trasformare semplici oggetti in qualcosa di particolare e super originale, basta un po’ di fantasia e un pizzico di manualita’ per ri-dare vita, per esempio, ad una vecchia cornice rotonda, guardate in cosa l’ho trasformata:

15025158_1031611830297593_8021782602884969546_o

A dire il vero non so se ha un nome, potrebbe essere una ghirlanda luminosa in legno, perfetta per creare quella giusta atmosfera che ti fa sentire avvolta da un tepore rilassante e fa gia’ subito Natale.

Vi faccio vedere dove l’ho messa:

14939394_1022418524550257_677197473587157328_o                                        Processed with VSCO with j1 preset

Sul davanzale della finestra e’ perfetto perche’ la luce soffusa si intravede anche da fuori ed e’ bello tornare a casa e sapere che l’ambiente e’ gia’ confortevole.

Il legno richiama immediatamente ai Paesi Nordici. Qui durante le mareggiate il mare regala sempre detriti di vario genere, ma soprattutto tronchi e rami d’albero. L’anno scorso ne feci incetta e addobbai ogni pezzo di legno in modo diverso, con uno ci feci una lampada, con altri il presepe e i restanti li ho addobbati o con ghirlande di tessuto o con lucine a batteria.

1980114_791949327597179_705375963670886768_o

Processed with VSCO with j1 preset

Processed with VSCO with j1 preset

Non dimentichiamoci la parte green che e’ molto importante, io non sono per nulla un pollice verde ma ogni tanto mi compro qualche piantina da bagnare giusto una volta ogni 10 giorni, cosi’ non rischio di farle morire subito. I Nordici tengono molto alle piante e soprattutto ai fiori.

Con i legni piu’belli invece costruii un alberello di Natale da appendere al muro, senza dimenticarmi delle palline e le luci.

(niente foto ve la faro’ vedere in un prossimo post, magari dedicato solo al Natale)

Un’altra cosa che io amo particolarmente sono le lucine di arredo, che illuminano e decorano insieme.12247986_788846657907446_6656436897553860672_o

 

Processed with VSCO with j1 preset

La casa rispecchia la nostra personalita’, fa vedere agli altri quello che ci piace di piu’ , e denota molte cose del nostro essere piu’ profondo. Qualcuno un giorno mi disse “Puoi capire tante cose di una persona anche solo da come dispone i cuscini sul divano, se c’e’ polvere sui mobili o se i soprammobili sono disposti perfettamente secondo un ordine ben preciso.”

Cosa significa?

Che non necessariamente una casa troppo perfetta rispecchi altrettanti proprietari perfetti. La perfezione esteriore e’ sintomo di qualcosa che non riusciamo a mettere in ordine dentro di noi.

Quindi ben vengano muri disegnati da piccoli artisti, coperte stropicciate e asciugamani fuori posto, scarpe fuori dalla scarpiera e biberon sul tavolo in cucina.

La casa va vissuta, va sporcata, dobbiamo renderla nostra, curarla e arredarla come piu’ ci piace, deve essere il nostro luogo , qualcosa che ci faccia sentire bene, che ci faccia dire “questo e’ il mio posto”

La casa va vestita.

lista acquisti

copriletto IKEA 39,99 EURO

tappeto di pelo MAISON DU MONDE 19,99 EURO

fodere cuscini IKEA da 4,99 a 5,99 EURO

cuscini in ciniglia (anno scorso) MAISON DU MONDE 19,99 EURO

pianta da vaso IKEA 2,50 EURO

ghirlanda a pois (3 anni fa) IKEA 6,99 EURO

luci colorate (anno scorso) BRICO 19,99 EURO

ghirlanda luminosa (anno scorso) MAISON DU MONDE 16,99 EURO

luci a batteria IKEA e BRICO da 2,50 a 7,99 EURO

materiale di recupero GRATIS

 

MAMMA GLAMOUR

 

 

Nordic Style: 10 cose da sapere per realizzare una casa scandinava. Le foto di Casa Glamour.

Molte di voi quando posto fotografie di casa mia rimangono affascinate dalla particolarità dello stile che coniuga il design/moderno e il grezzo/vintage, dove ogni angolo è ben sfruttato e gli arredi curati nel dettaglio, il tutto per rendere omogenea e luminosa questa vecchia dimora del 1800. In questo post vi mostrerò tutte, ma proprio tutte le foto della mia piccola Nordic House.

Leggi tutto