Follow Me

Close

Vorrei fermare il tempo ad oggi, per almeno 10 anni. Questo tempo così stancante ma così pieno, di amore.

Vi guardo e non siete mai uguali all’attimo prima. Cambiate e mutate ogni giorno, ogni secondo. È difficile starvi dietro, raccogliere tutte le vostre conquiste, i vostri progressi senza perderne nemmeno uno. Non mi piace correggervi gli errori e così sorrido quando mi dite “Mamma SALO da solo” oppure “Guarda c’è la NEVVIA fuori” e ancora “Mi metti il KEPACH sulle patatine per favore grazie prego”. E potrei continuare all’infinito.

Vorrei fermare il tempo ad oggi per almeno 10 anni. Questo tempo (un pò bastardo) perché poi non ti ridà indietro nulla.

Così cerco di archiviare tutto dentro il mio cuore.

Tutte le vostre prime volte, che non sono mai uguali, perché avere tre figli non significa fare copia e incolla. Ognuno di voi è diverso, ogni vostra prima volta è stata sempre un’emozione grandissima. Ed é sorprendente quanto siate diversi, ma uniti dallo stesso filo d’amore con cui io ed il nostro papà cerchiamo sempre di tenervi legati.

Vorrei avervi sempre con me, proteggervi, farvi sentire al sicuro in ogni dove. Vorrei sconfiggere i mostri,  che di notte si nascondono dietro l’armadio, con uno schiocco di dita. Vorrei accogliervi nel mio lettone, sempre, anche se spesso è sovraffollato. Anche se la mattina mi sveglio con la schiena rotta e una stanchezza che non se n’è mai andata dalla sera prima.

Per me, ora, avete l’età più bella: 6 anni, 4 anni e quasi 1. Nonostante la piccola sia sempre attaccata a me, i “grandi” sono indipendenti, in una giusta misura, in quel perfetto mix di conquista e bisogno. Quella voglia di crescere che però poi gli fa fare un passo indietro. Un passo verso la mamma, verso ciò che si conosce meglio. Un passo per raggiungere le certezze che si hanno.

fermare il tempo ad oggi

Non importa se mi chiamate 1000 volte al minuto, se non riesco mai ad essere in orario, malgrado mi prepari 3 ore prima di qualsiasi appuntamento. Ma non rinuncerei mai a svegliarvi con una carezza, a riempirvi di baci e “a perdere tempo” nel guardarvi mentre ancora siete mezzi addormentati. A prepararvi la colazione, la merenda per la scuola e assicurarmi che stiate bene prima che usciate con il papà.

Ci sarà tempo per convivere con la noia, per non aver lavatrici da fare, giochi da mettere a posto e micro t shirt da piegare.

Ci sarà tempo per sentirmi un pò meno indispensabile, quel tempo che mi vede essere in ogni dove, sempre pronta ad ogni vostro richiamo. Ecco questo tempo qui, io lo vorrei fermare ad oggi per almeno 10 anni perché Dio solo sa quanto mi mancherà. Quanto mi mancherete così piccoli, quanto mi mancheranno le vostre manine cicciotte accarezzarmi il viso appena truccato e chissenefrega se mi sbavate il mascara.

Tra 5 anni non ci sarà più nessuno che mi appiccicherà gli stickers sulle ante degli armadi, che mi allagherà il bagno, chi rovescerà due litri di bagnoschiuma per ricreare la neve. Non avrete bisogno di me per vestirvi, lavarvi i denti e allacciare le scarpe. E ancor peggio non vorrete più i miei baci, non me li chiederete ed io sarò costretta a darveli di notte, mentre dormite. Mentre ancora però io mi incanterò a guardarvi, perchè di questo non sarò mai sazia.

Non mi stancherò mai di ripetervi quanto vi ami, quanto farei di tutto per voi. Quanto siete la mia vita. Oggi, che sono nel pieno del mio “lavoro da mamma” dove molte volte non trovo nemmeno 10 minuti per preparare una cena che sia decente, ebbene oggi fermerei questa vita così frenetica e la vorrei vivere per altri 10 anni, ancora.

Così esattamente così con voi che compirete sempre 6, sempre 4 e sempre quasi 1 anno.

Con il cuore.

LA VOSTRA MAMMA

 

 

 

 

 

 

Ho voluto raccogliere le 12 foto di Instagram più significative per descrivere il mio 2018.

12 foto che rappresentano, mese dopo mese, quello che è stato il mio anno. Dirompente e dolce, sicuramente inaspettato per certi versi. Mi ha tirato anche qualche colpo basso, un pò troppo basso. Ma per fortuna abbiamo rivisto la luce. Ed era così bella sentirsela addosso, in quel sole già caldo di Aprile.

gennaio:

Una foto del pancione, che indubbiamente ha ottenuto più like in assoluto. Ed io che proprio non me ne capacitavo, mentre i “cuoricini” continuavano ad arrivare. Forse, nella sua semplicità, questa foto racchiude la vera essenza di una gravidanza: avere cura.

il mio anno in 12 Instagram foto

febbraio:

La nostra foto più dolce, a pochi giorni dalla nascita di Agata. Un servizio fotografico speciale, intimo e allegro. Tra le mura della nostra casa, con i nostri bambini. Complicità e amore. Un abbraccio a 4 mani che di lì a poco sarebbero diventate sei…Intrecci che non si possono spiegare.


il mio 2018 in 12 instagram foto

marzo:

E arrivi tu. Nel giorno più freddo dell’anno. Fuori c’era la neve, ma dentro di me si sprigionava un’amore intenso, magico, inspiegabile. Sei arrivata impetuosa, cazzuta e bella. Bella come un giorno di sole dopo mesi di tempesta. Eri morbida, calda, con gli occhi a mandorla e le orecchie attaccate alla testa (come tanto si preoccupava mio nonno). Pochi capelli, scuri e una grinta che non ho visto mai in nessuno dei tuoi fratelli. Agata Minerva, 3 Marzo 2018

il mio 2018 in 12 instagram foto

aprile:

Aprile. Aprile tu mi hai fregata. Hai fregato la mia bambina, che invece di festeggiare il suo primo mese con una bella passeggiata in riva al mare, l’hai trattenuta in rianimazione, su di un letto troppo grande per lei. Con troppi tubicini attaccati a quelle braccia così minuscole e a quel viso tanto paffuto, ma di cui si (intra)vedevano solo gli occhi.

Ti guardavo da fuori quel vetro, che avrei potuto buttar giù con un soffio, e quando entravo da te ti respiravo tutta. E cercavo di emanare il mio odore verso di te, perché tu lo potessi raccogliere tutto e poi annusare durante la notte, troppo lunga, da passare lì dentro da sola. Mi mancavi, forse più di quanto io non mancassi a te.

Poi il 6 Aprile su Genova ritornò il sole, nel cielo e dentro di me. E tu mi sembravi ancora più bella.

il mio 2018 in 12 instagram foto

maggio:

La consapevolezza che la vita non è mai come la vorresti tu.

La consapevolezza di essere madre, madre di tre.

La consapevolezza di dover essere sempre sul pezzo e l’inevitabile accettazione che invece, prima o poi, si cade.

La consapevolezza di moltiplicare il tuo amore, fino all’infinito, fino a che ce n’è (bisogno)

Ma prima di tutto, a Maggio ho imparato ad amarmi per poter essere felice e rendere felici i miei 3 figli e il mio (quasi) marito.

il mio 2018 in 12 instagram foto

giugno:

Noi.

Abbracciatevi e voletevi sempre bene.

Sempre.

 

il mio 2018 in 12 instagram foto

luglio:

“Sarà difficile lasciarti al mondo e tenere un pezzetto per me.”

Bambina mia grande, troppo grande perché mi sfuggi, te ne vai. Io che vorrei fare un rewind, tornare a 6 anni fa. Prenderti in braccio per la prima volta. Imparare a conoscerti. Sbagliare insieme e avere tutte le mie energie concentrate solo su di te. Come per 2 anni e 5 mesi ho fatto. Perdonami ora per tutti questi fratelli che arrivano, ma sono sicura che un giorno mi ringrazierai. Ti amo mia prima vita: Allegra Giunone, 3 Luglio 2012

il mio 2018 in 12 instagram foto

agosto:

Genova.

14 Agosto 2018

Un ponte crollato, 43 vite spezzate.

Un ponte percorso innumerevoli volte, l’ultima volta qualche giorno prima che crollasse. Il ponte che mi portava all’università, oppure la sera a fare festa, a studiare da amici, a dare gli esami, a trovare la mia famiglia.

Genova, da sempre casa, in ogni angola della città.

Genova, rimani sempre Superba.

il mio 2018 in 12 instagram foto

settembre:

La fine di un’estate un pò bizzarra, tra nuove dinamiche, imprevisti, e incastri che molte volte non si incastrano per nulla. L’inizio della scuola elementare per Allegra, il secondo anno di scuola materna per Orlando e i primi 6 mesi di Agata (no lei sta ancora a casa con mamma e le sue tette)

il mio 2018 in 13 instagram foto

ottobre:

Un’importante collaborazione con una svista speciale: DONNA MODERNA.

Orgogliosa di aver rappresentato per 3 mesi questo magazine.

Grazie DM!

il mio 2018 in 12 instagram foto

novembre:

8 Novembre 1988 

30 anni

3 figli

1 quasi marito

Un lavoro che amo

Una famiglia splendidamente unica

Amici pazzeschi

Sono felice!

il mio 2018 in 12 instagram foto

dicembre

Buon compleanno Furiosino del mio cuor.

Il mio unico maschietto, a cui piace il rosa e spinge il passeggino con le bambole della sorellona.

Il calcio e le moto da cross.

Che mi dice che sono “la sua amora” e che ogni notte me lo ritrovo nel letto, perfettamente incastrato tra le mie gambe e la sua manina sul mio viso.

Il mio buongiorno migliore da 4 anni a questa parte. Orlando Furioso, 20 Dicembre 2014.

il mio 2018 in 12 instagram foto

E che il 2019 sia un altro anno meraviglioso.

Lo auguro a tutti voi.

Con affetto.

MAMMA GLAMOUR

 

“Tutti in piedi”, una commedia, francese, romantica e duepuntozero. Si perché il romanticismo (r)esiste ancora oggi.

Non sono mai stata al cinema da sola. Per dire la verità, non so quante cose io abbia mai fatto da sola. A volte non prendo nemmeno il caffè. Così quando all’ultimo momento papà Glamour non è potuto venire all’anteprima del film, sono andata da sola.

“Tutti in piedi” è una di quelle commedie romantiche si, ma dove non smetti di ridere, mai.

tutti in piedi commedia

Di sorridere e di pensare che l’amore può avere davvero mille sfaccettature. Storie diverse, incroci perfetti e incastri casuali. Che tutto ciò che per noi è scontato, per altri è un’eccezione. Tutti in Piedi insegna che l’amore (e la verità) vincono sempre e vanno oltre ogni tipo di pregiudizio e menzogna.

Quindi immaginate il classico uomo di mezza età, ricco, single ancora in forma fisicamente, con una Porsche sotto i piedi (e pure molte donne) e un cinismo pizzicante. Poi immaginate una donna bellissima, ma semplice, intelligente e brillante, una donna smart, insomma!

tutti in piedi commedia

Aggiungete tutta una serie di equivoci e situazioni rocambolesche et voilà il mix perfetto per la riuscita di “Tutti in Piedi”.

Sembrerà la classica storia d’amore, lui che vuole portarsi a letto lei e lei che si vuole innamorare. E invece no, le vicende si susseguono inaspettate e tu rimani li, sulla poltrona del cinema che speri con tutto il cuore che le cose vadano come te le immagini tu. Fino alla fine, tra una risata che scoppia sonora e una lacrima che scende silenziosa.

“Gli altri sperano che l’amore duri, io spero che arrivi.”

Un’amore che nasce da una bugia, per colpire nel bersaglio. Un’amore duepuntozero perché “Ho googlato CONCERTO VIOLINO PRAGA e ti ho trovata..”, una storia romantica perché in fondo, il romanticismo la fa da padrone in questa commedia, tutta francese. E una Parigi soleggiata, dinamica, con i suo bistrot ad ogni angolo e i tetti grigi, che guardano il cielo.

tutti in piedi commedia romantica francese

Dal 27 Settembre al Cinema <3

“Tutti in piedi” distribuito da Vision Distribution, regia di Franck Dubosc. 

MAMMA GLAMOUR

 

 

 

 

Con una bambina di 6 anni e un altro di 3 e mezzo, non posso rinunciare alla spiaggia.E la neonata? A lei pensa Bugaboo Fox.

È leggero, confortevole e ti permette di fare tutto quello che ami, con semplicità. È il nuovo nato in casa Bugaboo.

Sono diventata mamma per la terza volta, da ormai più di 3 mesi. Dopo i primi tempi di assestamento, in cui abbiamo dovuto rivedere le nostre abitudini famigliari, finalmente abbiamo ri-acquistato i ritmi di una volta.

Bugaboo Fox

Certo molte cose sono cambiate, ma in meglio. Tutto quello che abbiamo sempre amato fare, continuamo a farlo, con una bimba in più e un’amore che si è moltiplicato. Per questo non posso rinunciare ad andare al mare, a vivere la spiaggia come abbiamo sempre fatto prima che arrivasse Agata.

Bugaboo Fox è arrivato nella nostra famiglia per accompagnare Agata durante le nostre giornate al mare.

Ormai sapete quanto sia appassionata al mondo nordico, al loro design, alla loro concezione di moda  e soprattutto al loro modo di vedere le cose. Semplice ma con uno stile inconfondibile. La loro “Way of Life” ispira felicità, è fatta di cose semplici, come vivere all’aria aperta e godersi momenti insieme, il cosiddetto Hygge style.

Le mamme nordiche passano gran parte del loro tempo libero fuori casa, insieme ai loro bambini. Nonostante le basse temperature non rinunciano alla vita Outdoor. Che sia una passeggiata al parco oppure semplicemente giocare nel giardino di casa.

Le mamme nordiche non si preoccupano se i bambini prendono freddo, se sono coperti abbastanza o se soffrono il caldo. Se si sporcano mentre mangiano la merenda o se non si mettono la canottiera.

Questo stile di vita al quanto EASY, come piace definirlo a me, ha sicuramente ispirato il brand di design Bugaboo, che dal 1999 continua a sviluppare i suoi passeggini secondo un concetto ben preciso: la mobilità.

Vita in movimento: confort per il bambino e semplicità per la mamma.

Il nuovo passeggino Bugaboo Fox coniuga design e comfort, fonde stile e praticità. Pensato per tutti, e soprattutto per quelle famiglie che viaggiano, che si spostano, che vivono tra il mare e la città, la montagna e la collina.

Per noi è perfetto: sulla sabbia si muove con agilità e grazie alla seduta rialzata (rispetto agli altri Bugaboo) lo rende ancora più confortevole.Assicurando un ottimo riposino e un pò di relax per la mamma.

Bugaboo Fox

Bugaboo Fox si chiude in un unico pezzo, senza staccare la seduta dal telaio. Un confort in più per tutte le mamme, e i papà, che con un semplice gesto riescono a riporre il passeggino in auto.

Inoltre sta in piedi da solo, e questo rappresenta sicuramente un valore aggiunto. Specialmente quando vado a fare la spesa, e devo caricare i pacchi in auto e mettere i bambini sui seggiolini, senza dimenticare niente (e questa è la parte più difficile)!

Chi è mamma di due o più bambini sa quanto sia importante ottimizzare il tempo. Abbiamo sempre tantissime cose a cui pensare: il lavoro, i bambini e la casa! Gli aiuti, anche se non mancano, non sono mai abbastanza.

Io che sono una tris-mamma ho fatto mio il concetto di praticità e semplicità, in tutti i sensi. Senza rinunciare al bello, allo stile e soprattutto alla personalità. Infatti ho scelto tutte le componenti del mio Bugaboo Fox: dal telaio, all’impugnatura del manubrio, al colore della navicella e a quello delle ruote.

È tutto personalizzabile secondo il proprio giusto e se ti stufi del colore che hai scelto, puoi tranquillamente cambiarlo scegliendo tra una vasta gamma di nuovi colori! Magari più scura per l’inverno e più fresca per i mesi estivi.

Io per il Bugaboo Fox di Agata ho scelto un rosso-bordeaux abbinato al bianco della cappottina. Telaio nero con impugnature in pelle cognac e cerchi delle ruote color legno. Ho pensato che fosse un’ottima combinazione di colori, unisex e assolutamente alla moda!

Ma quello che amo di più del nostro nuovo passeggino è la sua leggerezza, maneggevolezza e stabilità insieme. Testando i passeggini Bugaboo ho potuto apprezzarne il confort,  impareggiabile, durante gli spostamenti in città, ma anche in spiaggia e in montagna sulla neve.

Con la piccola Agata bastano pochi passi lungo il mare che è già nel mondo dei sogni. La navicella dona il massimo del confort per un riposino dolce e tranquillo. Come se stesse dormendo nel lettino di casa.

Bugaboo Fox

E mentre io posso godermi un bel bagno in riva al mare insieme ai miei bimbi “grandi”, la piccolina dorme nel suo passeggino sotto l’ombrellone. Cullata dalla brezza marina e dal rumore delle onde.

Bugaboo Fox è pensato per adattarsi al tuo stile vita: in casa e fuori.

Le ruote ammortizzate hanno grandi pneumatici che garantiscono una guida stabile su ogni tipo di superficie. Infatti per noi che abitiamo al mare, lo portiamo in spiaggia e si maneggia senza alcun problema grazie alla posizione “DUE RUOTE”.

Bugaboo Fox

La vita con tre bambini è sicuramente impegnativa ma piena di amore e gioia. Non ci si annoia mai e Bugaboo Fox ci permette di fare tutto quello che amiamo, con semplicità!

Si spinge e manovra senza il minimo sforzo, come se si stesse guidando una Ferrari! Passeggiare per strade affollate o su terreni di campagna è davvero semplice! Adatto anche per chi viaggia spesso, Bugaboo Fox è la migliore soluzione per famiglie che amano girare il mondo!

MAMMA GLAMOURper Bugaboo

La famiglia è la cosa più preziosa che una persona possa mai possedere. Il potere di quel NOI non lo si trova in nessun’altra relazione.

Molte volte la diamo per scontata, ma la famiglia è preziosa, davvero una cosa preziosa. Quei legami intrinsechi che solo chi vi è dentro può comprendere. Quell’intimità irraggiungibile, quell’amore diffuso in ogni fibra dei corpi che la compongono. Un mondo ovattato, protetto, fatto di sorrisi, di comprensione, di accudimento.

La famiglia è la cosa più preziosa che possediamo, dobbiamo averne cura, sempre.

In fondo parte tutto da qui no? Da due persone che si amano, che si amano davvero. Due corpi che si scelgono, due anime che in qualche modo sono state fatte per essere mischiate. Intrecci di mani, sangue che scorre un pò più forte nelle vene, perché il cuore batte all’impazzata.

famiglia preziosa

Sweetphotofactory shooting

È da qui che inizia la famiglia, e non appena si compone immediatamente si fa preziosa.

Un luogo e non solo un insieme di persone. Perché FAMIGLIA in fondo è dove c’è amore, è dove c’è il calore di una persona che sa come amarti e come prendersi cura di te quando non riesci a vedere la luce. FAMIGLIA è quel conforto così rassicurante dove rifugiarsi e diventare piccola, per tutto il tempo che vuoi.

famiglia preziosa

Sweetphotofactory shooting

famiglia preziosa

Sweetphotofactory shooting

Molto più che una comfort zone, la famiglia è un limite invalicabile per chi non ne fa parte. È una micro-realtà, un mondo che va avanti in parallelo, secondo le regole di chi lo abita. Una bolla impenetrabile, una fortezza che non viene abbattuta, mai.

Un posto sicuro, tra braccia forti e mani calde. Bambini indifesi bisognosi solo di tutto l’amore che una mamma, un papà e i fratelli, possono dare loro. La famiglia è come tanti strati di soffici coperte dove puoi sentirti sempre protetta.

famiglia preziosa

Sweetphotofactory shooting

famiglia preziosa

Sweetphotofactory shooting

Corpi che si intrecciano, sguardi che si conoscono a memoria. Ognuno nei propri spazi, ma tutti uniti dalla potenza di quel NOI che è così rassicurante, così vero. È così amore. Imbattibile, irraggiungibile, fatto di un linguaggio segreto, qualcosa di criptico, conosciuto alla perfezione solo da chi c’è dentro.

Si dice che, chi riesce ad essere veramente se stesso dentro una relazione, allora è soddisfatto di sé e della sua vita.

famiglia preziosa

famiglia preziosa

famiglia preziosa

Abbracci, coccole e baci non bastano mai.

La certezza di sapere che in qualsiasi momento puoi trovare braccia aperte, sorrisi sinceri e il conforto delle persone che ti amano, davvero. Senza bisogno di chiedere, ci si può capire al volo. Alle volte basta una carezza, un bacio sul collo, una mano nell’altra. Il calore di un abbraccio sincero.

famiglia preziosa

famiglia preziosa

famiglia preziosa

famiglia preziosa

Viviamo una vita digitale, che ci impone di essere sempre sul pezzo, sempre al passo con le ultime mode e le tendenze che se rimani indietro sei troppo out. Molte volte basterebbe sedersi per un attimo a pensare ciò che ha veramente valore. Quello che conta davvero.

Il tempo passato con i propri figli, che poi in un attimo li ritroviamo grandi.

Guardarsi negli occhi e scoprire che ci si conosce ancora. Non smettere di toccarsi, mai, di prendersi per mano, di annusarsi, di sapere alla perfezione il profumo dell’altro quando si sveglia la mattina. Il rumore che fanno le braccia inrtorno al collo, durante un abbraccio.

Gli incastri di piccole gambe perfette tra i tuoi fianchi, quando di notte prendi tuo figlio in braccio, dopo un brutto sogno. Lo sguardo di tua figlia quando ti osserva mentre ti trucchi, quegli occhi che sembrano dire “Da grande voglio essere come la mamma”.

Rimango con il ricordo di queste foto meravigliose, di scatti rubati ad una quotidianità vera e senza filtri. Questi siamo davvero noi, sorridenti ma anche un pò imbronciati. Fatti per stare insieme, separati poco perché poi ci manca l’aria.

Siamo un puzzle perfetto, dove non manca neanche un tassello, uniti da tutto l’amore che abbiamo. Ora manca solo lei, Agata. E tutto sarà completo.

Ringrazio di cuore SWEETPHOTOFACTORY per aver immortalato un pezzo meraviglioso e quanto mai importante della nostra vita dentro queste foto. Le tengo strette a me. Grazie.

MAMMA GLAMOUR 

 

Lasciare più spesso i bambini con i loro papà, non solo fa bene ai nostri figli, ma a tutto l’equilibrio della famiglia.

Papà Glamour lavora sempre moltissimo, e l’unico momento in cui riesce a vedere i bambini è la sera.  Il momento della cena è infatti molto atteso dai nostri figli perché finalmente vedono “Papi”.

Gli corrono incontro, iniziano a giocare, a saltargli addosso, e lui dopo 10 minuti si accorge di avere ancora la giacca.

Lasciare i bambini con i loro papà per andare al parco, mentre la mamma lavora, capita sempre più spesso nella società moderna.

Inutile dire che i tempi sono cambiati, e i ruoli invertiti, o meglio, intercambiabili. A me piace chiamarli Papà 3.0. 

Uomini in carriera, manager, impiegati, liberi professionisti e avvocati, dottori e calciatori.

Tutti i Papà moderni rappresentano un ruolo importante e cruciale nella vita dei loro figli. E un aiuto non indifferente per tutte quelle mamme che lavorano fuori o da casa.

Lasciare i bambini con i papà non vuole dire semplicemente “Guardali un attimo che mi faccio la doccia.”

Oggi i Papà 3.0 portano i bambini a scuola prima di andare a lavoro, si ricordano del giorno settimanale in cui hanno nuoto e farebbero di tutto per non mancare alla recita di fine anno.

Passano al supermercato per comprare la cena e cucinano il risotto come nemmeno lo sai fare tu.

La divisione dei compiti “casalinga” diventa fondamentale per poter incastrare impegni lavorativi sia della mamma che del papà.

Mentre anni fa un uomo non avrebbe mai svuotato la lavastoviglie, oggi i papà moderni stendono la biancheria e leggono la favola della buona notte.

Adoro Papà Glamour quando prende i bambini e se li porta in giro, orgoglioso e fiero di essere da solo con i suoi figli, portarli in giro in bicicletta, sullo skate oppure a guardare le onde.

Aspettando il momento in cui potrà surfare insieme a loro.

Lasciare i bambini con i papà È stato un percorso lungo prima di arrivare ad un equilibrio (quasi) perfetto. Ma oggi possiamo vantare di aver trovato i giusti incastri.

E che ogni giorno facciamo del nostro meglio per rendere tutto più semplice, per tutti.

I nostri figli stanno con me (quando non sono a scuola) per la maggior parte del loro tempo libero.

Malgrado io sia una mamma sportiva, attiva, sempre alla ricerca di attività da proporre per coinvolgere al meglio i miei figli, mi sono accorta che hanno assolutamente bisogno di altro.

Altro da me.

Che staccarsi dalla mamma ed io da loro, fa bene a tutti. Fa bene in primis ai bambini perché, diciamoci la verità, la mamma è sempre la mamma, però che palle dopo un po’!!!

E poi fa bene a me perché stacco la spina, perché “respiro” e perché riesco a concentrarmi su cose che quando ho loro attorno, neanche riesco a vedere.

E tutto l’equilibrio famigliare inequivocabilmente ne risente, in meglio.

Perché la mamma è rilassata, felice e soddisfatta. I bambini sono contenti di aver fatto qualcosa di diverso. E papà torna a casa col sorriso.

Lasciare i bambini con i papà

Mi sono accorta più volte di quanto sia importante lasciarli andare, di quanto abbiamo bisogno dell’amore di entrambe i genitori in egual misura, se pur con attenzioni diverse.

Che il papà è assolutamente uguale alla mamma, ti consola quando cadi e ti lava i denti prima di andare a dormire.

L’amore del papà è ancora più prezioso perché si concentra in uno spazio ridotto di tempo, e nonostante non sia mai abbastanza, riesce a donare tutto se stesso.

E quando mi sento dire che “papà è bello e la mamma è brutta”, allora capisco quanto bravo sia a farsi amare, sempre, anche quando è distante.

E nel frattempo capisco che io ho bisogno di una pausa, perché sarò stata troppo pesante, assillante e stressante.

Quindi va bene così: la mamma va via un attimo e poi torna per farsi dire che è di nuovo bella.

Tanto lo so che non appena esco dalla porta, ogni 5 minuti, chiederanno: “Ma la mamma quando arriva?”

MAMMA GLAMOUR

Regali di Natale per rendere l’atmosfera della propria casa davvero magica. Ecco le mie scelte per Casa Glamour.

I regali di Natale, ogni anno, ci mettono davvero a dura prova. Se volete andare sul sicuro, fatevi un giro su Troppotogo e troverete il regalo adatto a tutti.

Quest’anno ho deciso che anche la casa doveva ricevere dei regali di Natale. Così, senza pensarci due volte, sono corsa su Troppotogo e ho trovato dei complementi di arredo e di design per ogni angolo della casa, camera dei bambini compresa.

Con il Banner di lettere puoi comporre le frasi che più ti ispirano.

regali di natale

Letter banner: puoi scrivere tutto quello che vuoi!

Puoi decidere la lunghezza, il numero di parole e divertirti arricchendo il tutto con stelle, cuori e fiori. Il font moderno e assolutamente alla moda, ti permette di addobbare un pezzo di muro vuoto con stile e semplicità. E quando ti stufi basta cambiare frase, comporre i vostri nomi oppure una vasta significativa!

Lettere in legno luminose, per illuminare la cameretta dei bimbi.

regali di natale

Lettere in legno luminose.

Ma i regali di Natale non finiscono qui!

Infatti per i miei bimbi ho scelto le loro iniziali. Le lettere dei miei due bambini mi piacciono molto e nella loro stanza ci sono “A” e “O dappertutto. Alcune fatte di legno, altre di carta e alcune persino in ceramica. Queste nuove lettere ho deciso di metterle sui loro comodini e lasciarle accese finché non si addormentano sereni.

troppotogo regali natale

Allegra

troppotogo regali natale

Orlando

Notebook in sughero naturale personalizzabile.

Sono riuscita a trovare anche un nuovo Notebook per appuntarci tutto quello che mi viene in mente e non perdere per strada nessuna nuova idea. Io che vivo di ispirazioni  ho bisogno di avere tutto scritto. Non mi bastano le note dell’iPhone, io ho ancora voglia di scrivere con la penna su un foglio di carta. E andare a rileggerle, sfogliando le pagine, quello che ho scritto.

troppotogo regali natale

Notebook personalizzato “Mamma Glamour” e fili di luce di rame.

Adoro Casa Glamour in questo periodo dell’anno. Sono molto affezionata al Natale e alla magia che ne deriva, lo stupore che hanno negli occhi i miei figli non appena accendo le luci dell’albero o tutti i fili di lucine posizionati dappertutto in casa (si anche in bagno!)

Per questo la lista dei regali di Natale continua.

Diciamoci la verità: durante il periodo natalizio le lucine non sono mai abbastanza. Così mi sono regalata un filo di rame con luci luminose, piccole ma che sanno creare un’atmosfera soffice e davvero magica. Inoltre il filo di rame si riesce a modellare facilmente e dunque lo si può posizionare ovunque e soprattutto si possono creare le forme che più si desiderano!

Voi avete già scelto tutti i vostri regali di Natale?

Qui potete trovare altri suggerimenti e infinite idee per un Natale davvero originale.

MAMMA GLAMOUR

 

 

 

Bebe Vio si presenta da sola: tenacia e gioia di vivere. Un’eterna sognatrice che è riuscita a concretizzare parte dei suoi sogni, anche con Hip Hop!

È con una protagonista di eccezione che Hip HopWatches lancia il suo ultimo progetto, non a caso, intitolato #SERIALDREAMERS. E chi meglio di Bebe Vio per dire ad alta voce che i sogni esistono e si possono realizzare?

Con la forza d’animo e la mente che ci crede, sempre. E pensare che “La vita è una figata”.

E se è Bebe Vio a dirci che la vita è una figata, allora non possiamo far altro che crederci per forza!

hip hop bebe vio

Ognuno di noi ha almeno un sogno nel cassetto, da custodire e perseguire. Ma se invece scrivessimo tutti i nostri sogni su un pezzo di carta, su un diario o un’agenda? Forse scriverli renderebbe tutto meno irraggiungibile e più verosimile possibile.

Una TO DREAM LIST ideata proprio dalla campionessa paralimpica, dove scrive uno dopo l’altro i suoi sogni, per poi realizzarli tutti! E direi che Bebe Vio ha già vinto un sacco di battaglie e raggiunto molti sogni, sempre grazie alla sua instancabile gioia di vivere!

È la dimostrazione che se ci credi davvero, allora puoi. Che i sogni sono gratis e nessuno ti può impedire di realizzarli.

Dovremmo un pò tutti imparare che la vita è bella così come ci viene donata, che va presa con leggerezza senza dimenticarsi di sognare forte, come dice la campionessa “LIVE LIGHT, DREAM STRONG”

hip hop bebe vio

orologio hip hop bebe vio

“Live Light, Dream Strong”

La collezione di Hip Hop Watches disegnata proprio da Bebe Vio, non a caso, si chiama DREAM STRONG , ha scelto lei stessa di lavorare sulla linea METAL perché, dice, è quella che più la rispecchia : “Determinata e forte nel raggiungere i propri obiettivi – come l’acciaio – ma allo stesso tempo leggera e scanzonata – come il silicone”.

orologio hip hop bebe vio

“Live Light, Dream Strong”

L’inconfondibile design di Hip Hop e le grafiche allegre e alla moda disegnate dalla campionessa paralimpica.

Ecco Bebe in un’intervista per Hip Hop:

Avete sentito? “Prenditela scialla”e “Power Girl”

Queste le frasi che rappresentano al meglio Bebe, che come avete sentito non è “solo” campionessa paralimpica, ma è prima di tutto una grafica e una ragazza con tanti, tantissimi sogni, come c’è pieno il mondo.

Lei è stata in grado di realizzarne gran parte, già perché la sua carriera è ancora lunga e di sogni, Bebe, ne ha ancora tanti…

E anche io, malgrado abbia già realizzato tanti sogni che immaginavo da bambina, sono sempre alla ricerca della felicità, delle cose che mi fanno stare bene, che aggiungono vita ai giorni, dato che giorni alla vita, purtroppo non se ne può aggiungere.

La mia è una lista di sogni e desideri che non riguarda solo me, ma tutta la mia famiglia: i miei bambini e il mio compagno. Un augurio continuo di amarsi ed essere sempre felici, in salute e con un tetto sotto la testa.

Di viaggiare, e avere magari un giorno, una casa alle Hawaii, per fare surf tutti insieme. Un bagno in piscina e un cocktail in spiaggia. Oppure la mia tanto adorata Scandinavia, e allora mi immagino una casetta rossa, in mezzo al bosco, dove d’Inverno c’è solo neve.

Qual’è la vostra TO DREAM LIST?

Bebe Vio lancia il concorso DREAM STRONG , partecipare è assolutamente semplice: condividete la vostra TO DREAM LIST (vi basterà registrarvi al sito) e potrete vincere un Hip Hop Dream Strong e una Dream Card dal valore di 1000 Euro da utilizzare per i sogni della vostra lista!

Clicca qui 

“Il tempo è dalla parte di chi sogna”

MAMMA GLAMOUR

I fiori hanno un linguaggio tutto loro. Ad ogni fiore corrisponde un’emozione, uno stato d’animo, una promessa. Una dichiarazione, di amore, ma anche di odio.

Un linguaggio segreto, che solo chi ne conosce il significato è in grado di comprendere il vero senso che ogni fiore nasconde dietro il suo aspetto inconfutabilmente bello.

Del perché ad un matrimonio non bisognerebbe addobbare la sala del ricevimento con Rose gialle, ma piuttosto con Edera Comune.

Rispettivamente INFEDELTÀ e  FEDELTÀ.

Che il Basilico nonostante il suo profumo inebriante e le foglie piene e grasse significhi solo ODIO. Oppure la Peonia che sboccia piano e i suoi petali sono increspati, ma insieme formano un disegno perfetto, che però significa RABBIA.

Ecco perché quando mi sposerò probabilmente sarà in autunno, verso Ottobre, quando i Tulipani saranno sbocciati, così come la mia DICHIARAZIONE DI AMORE. Non per niente sono i miei fiori preferiti, quelli con cui ogni settimana d’Inverno dichiaro a tutta la mia famiglia il mio amore per loro.

Raramente compro Peonie, ma quando accade, è perché sicuramente non sono tranquilla.

I fiori sono un mondo a parte, parallelo al nostro, i fiori hanno un linguaggio segreto in grado di spiegare ogni sentimento, di rendere voce alla nostra anima, che molte volte non è in grado di dire niente.

I fiori non si regalano a caso, solo perché sono belli, solo perché “stanno bene insieme”. Anzi, a volte sono i fiori più brutti ad avere il significato più bello.

Il Velo da Sposa, per esempio, quelli che troviamo nei prati e nei campi, quelli che tutti noi abbiamo soffiato da piccoli, finché riuscivamo a trovarne. Ecco quelli significano AMORE ETERNO, qualcosa che dura, per sempre, nonostante gli steli si disperdano nell’aria.

linguaggio segreto fiori

Composizione floreale per centrotavola, Silvia dei Fiori.

Che il Crisantemo non è il fiore dei morti, ma significa semplicemente VERITÀ. Che il Cactus vuol dire AMORE APPASSIONATO. E la Calendula, malgrado doni sollievo e lenisca alcune ferite, in realtà significa DOLORE.

Che una madre non potrebbe fare dono più sincero al suo bambino che una cesta di Musco, AMORE MATERNO. Avvolgente quasi come un nido, ma di bello probabilmente non ha granché. E se pensate di essere vanitosi, il Narciso invece sancisce NUOVI INIZI, semplicemente.

E se per caso ti devi far perdonare meglio un mazzo di Giacinti viola, non Rose rosse.

Insomma, i fiori sono una cosa seria, assolutamente da non sottovalutare, neanche la più piccola Margherita con la sua grande INNOCENZA.

Sarà per questo che i fori sono una costante della mia vita, e non sono mai abbastanza. Recisi, piante, oppure tatuati sulla mia pelle. Il loro profumo e la serenità che riescono a trasmettermi. Un mazzo di Ranuncoli in centro al tavolo come a dire che IL TUO FASCINO È RADIOSO.

Saponette fatte a mano con i fiori Lavanda malgrado il loro significato: DIFFIDENZA.

Mi piace circondarmi di cose belle, quelle cose che mi fanno star bene, fragranze cresce, floreali, che mi ispirano i più lontani ricordi di bambina. Uno spray ambiente, per esempio. Ed è subito un’esplosione di fiori.

linguaggio segreto fiori

Presentazione Air Wick Pure: #flowersinvasion. Bagni Misteriosi. Milano.

Air Wick Pure e le nuove fragranze per la casa racchiudono la natura dei fiori a portata di mano, sempre. Regalano alla tua casa atmosfere lontane, ma incredibilmente familiari.

Io ho scelto i Fiori di ciliegio, CADUCITÀ, si sa che anche la bellezza prima o poi è destinata a perire.

MAMMA GLAMOUR

 

 

Oggi tenere i nostri ricordi al sicuro, è possibile, anche per chi è (troppo) social.

Nell’era in cui tutto è digitale, tutto è social, tutto si posta e poco rimane nel cassetto, dove posso tenere i miei ricordi al sicuro?

Da quando è nato il mio secondo figlio, ho voluto immortalare ogni suo sguardo e ogni posa improbabile mentre dormiva. Ogni faccia buffa, ogni linguaccia, ogni gelato finito sulla maglietta e ogni bacio dato alla sorella.

Ho tenuto tutto.

Più di 6.000 foto.

Tutte sul rullino del’iPhone.

Al contrario della primogenita che vanta 3 album fotografici: dalla sua prima foto appena nata al primo giorno di scuola materna.

Ma se per caso perdo il telefono? Se me lo rubano? Se lo bagno? 

Come faccio davvero a tenere i miei ricordi al sicuro? E condividerli SOLO con chi decido io?

Lifecake  è l’applicazione di Canon, sicura e che ti permette di custodire tutti i tuoi ricordi e le foto più belle. Come? È semplicissimo, basta iscriversi gratuitamente al sito (per chi non dispone di uno smartphone) oppure scaricare la App disponibile sia per iOS che Android.

Aggiungere il nome del bambino, o dei bambini, la sua data di nascita ed invitare tramite e-mail gli utenti che vogliamo possano vedere insieme a noi le foto che condividiamo du Lifecake. I nonni che magari non vedono spesso i nipoti, zii che abitano dall’altra parte del mondo o amici di famiglia che chiedono sempre aggiornamenti sui piccoli.

ricordi al sicuro

In questo modo avremmo un’unica timeline con tutte le foto dei nostri bambini e in ordine cronologico, anche se sono state caricate da dispositivi diversi, per esempio dal iPhone della nonna, dal tablet dello zio o dal PC dell’ufficio del nonno.

Visibili esclusivamente a chi ha il permesso di vederle, e lo decidi tu, senza postarle su nessun social network.

 

ricordi al sicuro

Lifecake ti invia una notifica ogni volta che un utente (a cui hai dato il permesso di accesso) carica una foto. Inoltre l’applicazione ti permette anche di caricare fotografie da Dropbox e WhatsApp oltre che da tutti i tuoi canali social.

ricordi al sicuro

Il bello di Lifecake non finisce qui, infatti ti permette di creare Fotolibri direttamente da casa.

È davvero semplicissimo: ti basterà selezionare le fotografie che vuoi stampare e al resto pensa tutto Lifecake. L’idea del fotolibro può essere un regalo davvero speciale per la festa dei nonni.

Raccogliere le fotografie più dolci e belle insieme ai nipoti e vederle su carta stampata fa sempre un certo effetto. E poi si sa, ai nonni la tecnologia piace, ma sfogliare un album fotografico, per loro, rimane sempre emozionante.

MAMMA GLAMOUR