Type and press Enter.

Vorrei ma…Poi posto lo stesso!!!

In un tempo in cui scoppiano polemiche per ogni cosa detta, io sento solo parole all’aria, che molte volte fanno male, piu’ male di insulti vomitati addosso.

Perche’ a guardarsi negli occhi quasi non e’ piu’ capace nessuno. 

Cosi’ diventa molto piu’ facile parlare e sparlare (soprattutto) dietro al desktop del Mac o al display del iPhone, meno semplice invece e’ riconoscere di essere una PERSONA ed avere il coraggio per dire le stesse cose in faccia al interessato. Poi c’e’ chi invece si chiude in silenzi tombali aspettando che le cose passino, che i problemi si risolvano da soli, semplicemente stando fermi, seduti, magari con una birra in mano a godersi pure lo spettacolo.

Io non litigherei mai con nessuno, eppure tante persone vedono in me la ragazza dall’aria sempre pronta a polemizzare con il primo che mi capita, a tirar fuori le unghie, ad alzare la voce, a passare dalla parte del torto senza nemmeno proclamarmi portatrice di ragione, senza sapere magari cosa REALMENTE c’e’ dietro, senza pensare ai sentimenti VERI e non ai cuoricini della tastiera emoticon.

Ma questa e’ la mia opinione, e in fondo non sono mai stata brava a parlare di me, quando mi chiedono “Descriviti in due parole” ho sempre qualche difficolta’, per questo vorrei rispondessero gli altri. Penso sia la cosa piu’ difficile guardarsi dentro, prendere consapevolezza di noi stessi, fare amicizia con il tuo IO piu’ intimo…Ha ragione il Liga quando dice che abbiamo un EGO da far vedere , ad uno bravo davvero un bel po’.

Attachment-1 (38)
Sai cosa c’e’? Che di tutte le parole dette all’aria… Io me ne frego. Anche con le occhiaie perche’ di notte non riesco a dormire. Rido. E va bene cosi.

Perche’ alla fine io non ci riesco mai.

E allora penso: ma esiste una linea di confine, una riga rossa da non superare, un neon con la scritta STOP?

Qual’e’ il confine da non oltrepassare?

Cos’e’ che tiene ancora a bada il nostro buonsenso?

Non lo so, ma ci deve essere qualcosa…Perche’ cosi’ stiamo violando la nostra stessa liberta’, e cadere in basso e’ un attimo…Cioe’ fino a dove vogliamo arrivare?

Parlo di me e mi riconosco in una persona libera e con dei diritti, sono una ragazza senza vergogna e molto estroversa, decisamente poco timida e non ho paura a dire le cose, me ne assumo tutto quello che viene, mi prendo il merito e il marcio che c’e’, non e’ forse questa la linea di confine? Io dico quel che mi pare, ne sono consapevole e me ne assumo la totale responsabilita’.

Il problema e’ che le persone si fissano solamente su quello che scrivi su FB o sul tuo Blog , l’ho sottolineato proprio per rendere l’idea che ogni attenzione si riduce sempre e solo nei social, dove abbiamo si il diritto di esprimere il nostro pensiero pero’, si presuppone, anche il coraggio per non tirarsi indietro…Quindi io vorrei…E posto lo stesso!!! 

Poi, intendiamoci, sono sempre in prima linea se si tratta di bersi un buon caffe’ intorno ad un tavolo, all’aria aperta, con lo smartphone silenzioso, il sole in faccia e un paio di occhi davanti a me, non un display che poi, per dirla tutta, dopo un po’ mi fa venire pure il mal di testa.

Davvero, sentiamoci liberi di postare quello che sentiamo dentro…anche se Fedez lui dice che non lo fa!!!

 

MAMMA GLAMOUR

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.