Follow Me

Close

Vorrei fermare il tempo ad oggi, per almeno 10 anni. Questo tempo così stancante ma così pieno, di amore.

Vi guardo e non siete mai uguali all’attimo prima. Cambiate e mutate ogni giorno, ogni secondo. È difficile starvi dietro, raccogliere tutte le vostre conquiste, i vostri progressi senza perderne nemmeno uno. Non mi piace correggervi gli errori e così sorrido quando mi dite “Mamma SALO da solo” oppure “Guarda c’è la NEVVIA fuori” e ancora “Mi metti il KEPACH sulle patatine per favore grazie prego”. E potrei continuare all’infinito.

Vorrei fermare il tempo ad oggi per almeno 10 anni. Questo tempo (un pò bastardo) perché poi non ti ridà indietro nulla.

Così cerco di archiviare tutto dentro il mio cuore.

Tutte le vostre prime volte, che non sono mai uguali, perché avere tre figli non significa fare copia e incolla. Ognuno di voi è diverso, ogni vostra prima volta è stata sempre un’emozione grandissima. Ed é sorprendente quanto siate diversi, ma uniti dallo stesso filo d’amore con cui io ed il nostro papà cerchiamo sempre di tenervi legati.

Vorrei avervi sempre con me, proteggervi, farvi sentire al sicuro in ogni dove. Vorrei sconfiggere i mostri,  che di notte si nascondono dietro l’armadio, con uno schiocco di dita. Vorrei accogliervi nel mio lettone, sempre, anche se spesso è sovraffollato. Anche se la mattina mi sveglio con la schiena rotta e una stanchezza che non se n’è mai andata dalla sera prima.

Per me, ora, avete l’età più bella: 6 anni, 4 anni e quasi 1. Nonostante la piccola sia sempre attaccata a me, i “grandi” sono indipendenti, in una giusta misura, in quel perfetto mix di conquista e bisogno. Quella voglia di crescere che però poi gli fa fare un passo indietro. Un passo verso la mamma, verso ciò che si conosce meglio. Un passo per raggiungere le certezze che si hanno.

fermare il tempo ad oggi

Non importa se mi chiamate 1000 volte al minuto, se non riesco mai ad essere in orario, malgrado mi prepari 3 ore prima di qualsiasi appuntamento. Ma non rinuncerei mai a svegliarvi con una carezza, a riempirvi di baci e “a perdere tempo” nel guardarvi mentre ancora siete mezzi addormentati. A prepararvi la colazione, la merenda per la scuola e assicurarmi che stiate bene prima che usciate con il papà.

Ci sarà tempo per convivere con la noia, per non aver lavatrici da fare, giochi da mettere a posto e micro t shirt da piegare.

Ci sarà tempo per sentirmi un pò meno indispensabile, quel tempo che mi vede essere in ogni dove, sempre pronta ad ogni vostro richiamo. Ecco questo tempo qui, io lo vorrei fermare ad oggi per almeno 10 anni perché Dio solo sa quanto mi mancherà. Quanto mi mancherete così piccoli, quanto mi mancheranno le vostre manine cicciotte accarezzarmi il viso appena truccato e chissenefrega se mi sbavate il mascara.

Tra 5 anni non ci sarà più nessuno che mi appiccicherà gli stickers sulle ante degli armadi, che mi allagherà il bagno, chi rovescerà due litri di bagnoschiuma per ricreare la neve. Non avrete bisogno di me per vestirvi, lavarvi i denti e allacciare le scarpe. E ancor peggio non vorrete più i miei baci, non me li chiederete ed io sarò costretta a darveli di notte, mentre dormite. Mentre ancora però io mi incanterò a guardarvi, perchè di questo non sarò mai sazia.

Non mi stancherò mai di ripetervi quanto vi ami, quanto farei di tutto per voi. Quanto siete la mia vita. Oggi, che sono nel pieno del mio “lavoro da mamma” dove molte volte non trovo nemmeno 10 minuti per preparare una cena che sia decente, ebbene oggi fermerei questa vita così frenetica e la vorrei vivere per altri 10 anni, ancora.

Così esattamente così con voi che compirete sempre 6, sempre 4 e sempre quasi 1 anno.

Con il cuore.

LA VOSTRA MAMMA

 

 

 

 

 

 

Ho voluto raccogliere le 12 foto di Instagram più significative per descrivere il mio 2018.

12 foto che rappresentano, mese dopo mese, quello che è stato il mio anno. Dirompente e dolce, sicuramente inaspettato per certi versi. Mi ha tirato anche qualche colpo basso, un pò troppo basso. Ma per fortuna abbiamo rivisto la luce. Ed era così bella sentirsela addosso, in quel sole già caldo di Aprile.

gennaio:

Una foto del pancione, che indubbiamente ha ottenuto più like in assoluto. Ed io che proprio non me ne capacitavo, mentre i “cuoricini” continuavano ad arrivare. Forse, nella sua semplicità, questa foto racchiude la vera essenza di una gravidanza: avere cura.

il mio anno in 12 Instagram foto

febbraio:

La nostra foto più dolce, a pochi giorni dalla nascita di Agata. Un servizio fotografico speciale, intimo e allegro. Tra le mura della nostra casa, con i nostri bambini. Complicità e amore. Un abbraccio a 4 mani che di lì a poco sarebbero diventate sei…Intrecci che non si possono spiegare.


il mio 2018 in 12 instagram foto

marzo:

E arrivi tu. Nel giorno più freddo dell’anno. Fuori c’era la neve, ma dentro di me si sprigionava un’amore intenso, magico, inspiegabile. Sei arrivata impetuosa, cazzuta e bella. Bella come un giorno di sole dopo mesi di tempesta. Eri morbida, calda, con gli occhi a mandorla e le orecchie attaccate alla testa (come tanto si preoccupava mio nonno). Pochi capelli, scuri e una grinta che non ho visto mai in nessuno dei tuoi fratelli. Agata Minerva, 3 Marzo 2018

il mio 2018 in 12 instagram foto

aprile:

Aprile. Aprile tu mi hai fregata. Hai fregato la mia bambina, che invece di festeggiare il suo primo mese con una bella passeggiata in riva al mare, l’hai trattenuta in rianimazione, su di un letto troppo grande per lei. Con troppi tubicini attaccati a quelle braccia così minuscole e a quel viso tanto paffuto, ma di cui si (intra)vedevano solo gli occhi.

Ti guardavo da fuori quel vetro, che avrei potuto buttar giù con un soffio, e quando entravo da te ti respiravo tutta. E cercavo di emanare il mio odore verso di te, perché tu lo potessi raccogliere tutto e poi annusare durante la notte, troppo lunga, da passare lì dentro da sola. Mi mancavi, forse più di quanto io non mancassi a te.

Poi il 6 Aprile su Genova ritornò il sole, nel cielo e dentro di me. E tu mi sembravi ancora più bella.

il mio 2018 in 12 instagram foto

maggio:

La consapevolezza che la vita non è mai come la vorresti tu.

La consapevolezza di essere madre, madre di tre.

La consapevolezza di dover essere sempre sul pezzo e l’inevitabile accettazione che invece, prima o poi, si cade.

La consapevolezza di moltiplicare il tuo amore, fino all’infinito, fino a che ce n’è (bisogno)

Ma prima di tutto, a Maggio ho imparato ad amarmi per poter essere felice e rendere felici i miei 3 figli e il mio (quasi) marito.

il mio 2018 in 12 instagram foto

giugno:

Noi.

Abbracciatevi e voletevi sempre bene.

Sempre.

 

il mio 2018 in 12 instagram foto

luglio:

“Sarà difficile lasciarti al mondo e tenere un pezzetto per me.”

Bambina mia grande, troppo grande perché mi sfuggi, te ne vai. Io che vorrei fare un rewind, tornare a 6 anni fa. Prenderti in braccio per la prima volta. Imparare a conoscerti. Sbagliare insieme e avere tutte le mie energie concentrate solo su di te. Come per 2 anni e 5 mesi ho fatto. Perdonami ora per tutti questi fratelli che arrivano, ma sono sicura che un giorno mi ringrazierai. Ti amo mia prima vita: Allegra Giunone, 3 Luglio 2012

il mio 2018 in 12 instagram foto

agosto:

Genova.

14 Agosto 2018

Un ponte crollato, 43 vite spezzate.

Un ponte percorso innumerevoli volte, l’ultima volta qualche giorno prima che crollasse. Il ponte che mi portava all’università, oppure la sera a fare festa, a studiare da amici, a dare gli esami, a trovare la mia famiglia.

Genova, da sempre casa, in ogni angola della città.

Genova, rimani sempre Superba.

il mio 2018 in 12 instagram foto

settembre:

La fine di un’estate un pò bizzarra, tra nuove dinamiche, imprevisti, e incastri che molte volte non si incastrano per nulla. L’inizio della scuola elementare per Allegra, il secondo anno di scuola materna per Orlando e i primi 6 mesi di Agata (no lei sta ancora a casa con mamma e le sue tette)

il mio 2018 in 13 instagram foto

ottobre:

Un’importante collaborazione con una svista speciale: DONNA MODERNA.

Orgogliosa di aver rappresentato per 3 mesi questo magazine.

Grazie DM!

il mio 2018 in 12 instagram foto

novembre:

8 Novembre 1988 

30 anni

3 figli

1 quasi marito

Un lavoro che amo

Una famiglia splendidamente unica

Amici pazzeschi

Sono felice!

il mio 2018 in 12 instagram foto

dicembre

Buon compleanno Furiosino del mio cuor.

Il mio unico maschietto, a cui piace il rosa e spinge il passeggino con le bambole della sorellona.

Il calcio e le moto da cross.

Che mi dice che sono “la sua amora” e che ogni notte me lo ritrovo nel letto, perfettamente incastrato tra le mie gambe e la sua manina sul mio viso.

Il mio buongiorno migliore da 4 anni a questa parte. Orlando Furioso, 20 Dicembre 2014.

il mio 2018 in 12 instagram foto

E che il 2019 sia un altro anno meraviglioso.

Lo auguro a tutti voi.

Con affetto.

MAMMA GLAMOUR

 

Con l’orso delle emozioni Chicco si imparano la gioia, la felicità e che cosa è la rabbia.

La mia piccola grande Agata, 9 mesi di prime volte: il primo pianto non appena nata, il primo sorriso dopo un mese di paura, la prima volta seduta, la prima pappa, la prima grossa risata, il primo capriccio. Ogni giorno è una scoperta, un nuovo inizio, piccoli passi per diventare grande.

Teddy Orso emozioni

Quest’anno sarà il suo primo Natale e non vedo l’ora di vedere i suoi occhi illuminarsi guardando le lucine dell’albero addobbato, mentre i fratelli cantanti la canzoncina per Babbo. Profumo di arancia e cannella nell’aria e il freddo fuori dalle finestre.

Teddy Orso delle emozioni di Chicco guida il bambino alla scoperta delle emozioni, con suoni e canzoni, anche in Inglese!

Teddy orso emozioni

I bambini imparano ed apprendono nozioni ogni giorno, il loro sistema cognitivo è sempre al lavoro, grazie agli innumerevoli stimoli che ricevono. Credo fermamente che si debba parlare ai nostri bambini ( fin da subito) raccontare storie, canticchiare la ninna nanna oppure la nostra canzone preferita.

L’orsetto  Teddy di Chicco è un peluche che segue il bambino dai 6 mesi ai 2 anni, grazie a diverse attività tra cui quella importante legata al riconoscimento delle emozioni.

Il gioco che, come viene spiegato anche dall’Osservatorio Chicco, non è un passatempo, bensì un’attività fondamentale per la crescita del bambino, perché scopre,  impara, migliora le sue capacità e quindi cresce.

Per questo i primi giochi sono molto importanti per il bambino. Non dobbiamo assolutamente pensare che sia troppo piccolo per poter capire. L’orsetto Teddy guida il piccolo alla scoperta delle 5 emozioni di base: gioia, paura, tristezza, la rabbia e il disgusto, attraverso 5 storie (anche in Inglese) e il cuore luminoso che cambia colore per ogni emozione.

Teddy Orso emozioni

Ad Agata piace molto, soprattutto quando il cuore si illumina e quando Teddy le dice di battere le manine perché è felice!  Lei ride fortissimo e si diverte un sacco. Le canzoncine sono divertenti ed invitano il bambino ad interagire.

Tutti i contenuti di Teddy orso delle emozioni sono stati sviluppati da pedagogisti esperti, questo gioco è infatti sviluppato in collaborazione con ANPE (Associazione Nazionale di Pedagogisti).

Ma l’orsetto delle emozioni non è solo per la piccola di casa, anche Allegra e Orlando ci giocano volentieri e soprattutto si divertono a vedere come interagisce Agata con Teddy. Loro si sentono “grandi” e lo impostano sempre in lingua Inglese, poi ripetono le parole, sono fantastici! E io sono contenta perché ogni momento di gioco è prezioso per la loro crescita, per imparare cose nuove, ridere insieme e scoprire nuovi modi per crescere divertendosi.

MAMMA GLAMOUR

Ogni anno sempre la stessa domanda: cosa regalo ai miei figli per Natale? Ecco le proposte di giochi by Chicco.

Tre figli con tre esigenze diverse, ma facili da accumunare perché, per fortuna, sono sempre insieme. Nonostante ognuno abbia i propri impegni e svolga attività diverse. Mi dispiace dividerli anche nel momento del gioco. E allora si mettono tutti e tre a giocare insieme, nella camerata oppure in salotto.

È bello vederli perché “i grandi” si fermano ad intrattenere la piccola e poi la coinvolgono, a modo loro, in una gara tra macchinine e a giocare con le bambole. Sei anni, quattro e quasi uno, e non pensavo fosse possibile che giocassero così bene!

chicco giochi natale

Chicco mi ha dato l’ispirazione per i regali di Natale, tre giochi studiati per ogni singola età, ma che possono usare insieme.

Offerte Giochi Natale Chicco

Tutti i giochi Chicco sono studiati per accompagnare il bambino nelle diverse fasi di crescita. Grazie a giocattoli specifici, divertenti e sicuri e che stimolano la loro fantasia e creatività. Rispettando  i bisogni psico-fisici, emotivi e sociali del bambino. (Con il coinvolgimento dell’Osservatorio Chicco)

Allora ho optato per:

  • VESPA PRIMAVERA CAVALCABILE
  • TEDDY ORDO DELLE EMOZIONI
  • SCHUDERIA FERRARI

La vespa è adatta ai bambini da 1 anno fino ai 3. Ma vista la passione di Orlando per tutto ciò che sono le 2 (e anche 4) ruote, sarà sicuramente un ottimo insegnante di guida per la sorellina Agata, che potrete immaginare, come terza figlia, quanto sia affascinata da tutti i giochi dei fratelli maggiori! La vespa primavera Chicco dispone anche di 2 rotelle di supporto per i più piccoli. Dotata di monitor che riproduce i suoni della città, sembrerà davvero di guidare una vespa vera!

 chicco giochi natale

Teddy orso delle emozioni (approvato da ANPE) dai 6 mesi ai 24 mesi. Praticamente perfetto per la piccola di casa, per iniziare a riconoscere i colori, ma soprattutto le emozioni e ascoltare canzoni, suoni e fiabe. Il tessuto dell’orsacchiotto è super morbido e di alta qualità, adatto per i bambini così piccoli. Le 5 carte delle emozioni sono incluse e vi sono tre modalità di gioco. In questo modo Agata
potrà avviarsi alla scoperta di ciò che prova in autonomia per confrontarsi poi con i suoi fratelli. Allegra
e Orlando (il Furioso) hanno nomi collegati proprio alle emozioni, che bella coincidenza è questa?

La scuderia Ferrari la formula 1 telecomandata, con il comando ispirato al volante della vera Ferrari, disegnato infatti dai loro sponsor ufficiali! Questa macchinina telecomandata farà innamorare tutti i bambini. Penso proprio che anche Allegra si divertirà un mondo a “guidarla” per tutta la casa.

Queste sono le proposte di Chicco per i regali di Natale. Interattivi, belli e divertenti e nel mio caso adatti veramente a tutte le età dei miei tre bambini. Insomma…Chicco è sempre una garanzia!

chicco giochi natale

MAMMA GLAMOUR

Tra i tanti design shop ho trovato complementi d’arredo scandinavi per avere una casa tutta nordica.

La magia del nord, i paesaggi innevati, le lucine per strada, le candele alla finestra, l’aria fredda che ti fa uscire il fumo dalla bocca. Andare in bicicletta (anche) con la brina, i cappotti lunghi, i paraorecchie, gli stivali con il pelo e le sciarpone di lana.

E poi rientrare in casa, in una di quelle accoglienti, con le finestre strette e lunghe e un soggiorno grande e luminoso. Oppure in una casetta rossa, tipica, in legno e con la porta bianca. Il giardino con il porticato e gli alberi tutti intorno.

Ecco una design guide per avere una casa scandinava con 5 elementi di arredo.

1) La poltrona croisette rosa la potete trovare su Smallable 

complementi arredo scandinavi

2) Il tavolino da caffè Terra Table lo potete acquistare su Normann Copenhagen

complementi arredo scandinavi

3) Il MonoVaso di Lågom  lo trovate su Ide Design 

complementi arredo scandinavi

4) Bow Candle di Ferm living che fa tanto Natale, ma che è bello tutto l’anno.

complementi arredo scandinavi

5) Tappeto grigio in lana tirata a mano, disponibile su Smallable

complementi arredo scandinaviPochi elementi ma di grande effetto per arredare la casa in stile nordico che ricordiamolo, non vuol dire “solo” minimalismo e freddezza, al contrario. L’arredamento scandinavo ti scalda il cuore con le sue forme, i suoi materiali e una totalità di effetti che non possono non piacere.

Se ti piace l’Europa del Nord, la Scandinavia e l’Hygge mood, ti potrebbero piacere anche questi articoli:

https://www.mammaglamour.it/lifestyle/momenti-hygge/  alla ricerca del “cozyness”!

La mia casa in stile nordico – welcome in!

Dovremmo imparare tutte dalle mamme scandinave!

Se avete suggerimenti di altri siti, non per forza in stile nordico, e avete voglia di condividerli, commentate qui sotto con il nome dello shop oppure il link! Sono sempre alla ricerca di novità e mi piace farmi consigliare cose che magari prima non conoscevo.

Grazie!

{questo post non è sponsorizzato}

MAMMA GLAMOUR

I nostri pannolini Lillydoo dalle fantasie glamour e originali. Direttamente a casa con l’abbonamento Lillydoo.

Da quando è nata la nostra BabyG sono sempre alla ricerca dei prodotti più adatti per la sua pelle, ancora troppo morbida e delicata. Anche oggi che ha quasi 9 mesi, cerco sempre di essere attenta, comprando prodotti studiati appositamente per la pelle delicata dei neonati.

I pannolini Lillydoo sono stati una vera scoperta. Sono certificati OEKO TEX, non contengono lozioni né profumi, una sicurezza per la mamma e per il bimbo!

E poi hanno fantasie SO GLAM: fiori rosa e gialli, ancore marine, simpatiche volpi e pois colorati! Così il cambio pannolino è ancora più divertente e per le mamme attente al dettaglio come me, i pannolini lillydoo sono perfetti da abbinare agli outfit dei nostri bambini! No davvero non scherzo, sono colorati, ma minimal, le fantasie hanno colori pastello, senza scritte né loghi.

pannolini Lillydoo

Ma quello che più conta, ovviamente, è la qualità del prodotto e con i pannolini lillydoo sono tranquilla e sicura che la pelle della mia BabyG è protetta e asciutta. Da oggi inoltre i pannolini lillydoo presentano la tecnologia turbo tunnel ovvero un assorbimento ancora più rapido dei liquidi all’interno del nucleo del pannolino.

Il tuo abbonamento di pannolini Lillydoo personalizzabile come preferisci e si può modificare quando vuoi, risparmiando sempre il 25%.

pannolini Lillydoo

Nel tuo abbonamento oltre ai pannolini puoi inserire anche le salviette umidificate: ce ne sono di due tipi, per pelli sensibili oppure le salviettine all’acqua. Io le uso per tutti e 3 i miei bambini, le ho sempre in borsa pronte per ogni evenienza! E poi sono 100% biodegradabili, e questo è un motivo in più per scegliere Lillydoo. 

{Oppure ordina il pacchetto prova e paghi solo le spese di spedizione}

Pannolini Lillydoo approvati da Mammaglamour e soprattutto da BabyG!

MAMMA GLAMOUR

Inizia il periodo di feste, di biscotti alla cannella e addobbi natalizi. Di vestiti per bambini  disegnati ad hoc per il Natale, ecco a voi la Pop Collection di Kenzo Kids.

Amo il periodo che precede il Natale, quel profumo di festa che si sente nell’aria. Le luci nelle vie della città, gli alberi addobbati e le persone con il sorriso addosso. La felicità dei bambini e la loro impazienza mentre aspettano Babbo Natale e le sue renne atterrare nel giardino di casa.

Grazie ai miei figli sono tornata a sognare, ad aspettare la notte più magica dell’anno con ansia per vedere quanti pacchi ci sono sotto l’albero. Preparare insieme gli addobbi e rendere casa Glamour un piccolo angolo nordico, tra renne in miniatura e mini abeti glitter. Ma il Natale non è solo rosso, anzi!!!

kenzo kids pop collection

kenzo kids sweater

La sweatshirt della nuova Pop Collection sfoggia colori accesi e paillettes per un Natale sgargiante e super flashy!

Sembra quasi un ritorno agli anni ’80. Dove i colori erano protagonisti indiscussi non solo nella moda, ma nella vita di tutti i giorni: un vero e proprio lifestyle! Così Kenzo Kids ci riporta un pò indietro negli anni con la sua nuova Pop Collection per vestire i nostri bambini con colori e allegria per questo periodo di feste!

Non sono mai stata un’amante dei maglioni spessi di lana rossa e verdone, quelli alla Bridget Jones, per intenderci! Per me il Natale, da sempre, è bianco, oro e argento. È colori luccicanti per rallegrare il cuore e illuminare l’anima.

kenzo kids shop online

I miei due bimbi “grandi” mi hanno aiutato a preparare Casa Glamour per accogliere questo meraviglioso periodo di festa. E non sono meravigliosi con questi outfit? Come non amare i vestiti per bambini? Soprattutto se sono così colorati!

Il vestito di Allegra e la felpa di Orlando con l’occhio di paillette che cambiano colore sono adorabili! Avete capito bene: anche lui con l’occhio di paillette. Perché chi l’ha detto che sono le femmine possono indossare glitter e sbrilluccichi?

Non ho mai fatto distinzione di colori “da maschio” o “da femmina” . Ho sempre insegnato ai miei figli che TUTTI I COLORI sono belli. Che il rosa non è un’esclusiva delle bambine, così come il blu non lo è dei maschietti!

Rimanendo in tema di colori sgargianti e cangianti, guardate che bello il vestitino a balze blu di Allegra. Lo adoro, la taglia per me esiste per caso?!?

kenzo kids vestito bambina

kenzo kids abito bambina

Gli outfit per i bambini sono pronti, le luci di Natale le abbiamo, di addobbi ce ne sono in abbondanza e l’amore, quello non manca mai. Insieme a baci appiccicosi e mani che sanno di biscotto. Sorrisi sinceri e cuori colmi di gioia.

Auguri!

MAMMA GLAMOUR

mom

Non esistono le mamme perfette. E non ci credo nemmeno se le vedo.

A sfoggiare sorrisoni dal mattino alla sera, senza perdere mai la calma.

Senza tirare mai un urlo.

Quelle che “Ma si amore distruggimi pure la casa, tu devi sperimentare”

Sticazzi. Sticazzi perché è impossibile, per chiunque!

Quelle che sprigionano un’aura angelica, che la mindfulness is the new black, che non bisogna mai perdere la pazienza e che seguono tutti i principi montessoriani. Che i bambini non vanno sgridati, che le patte sul sedere provocano danni irreparabili al bambino.

Oddio allora io dovrei essere morta! Sono cresciuta tra gli urli di mia madre e il suo affetto immenso. I calci in culo di mio padre conditi da un’amore che solo un papà sa dare a sua figlia. Eppure sono ancora qua, che cerco di essere una mamma amorevole, dolce e severa quanto basta.

Le mamme perfette non esistono, perché non esistono bambini perfetti. E meno male!!!

Cerchiamo sempre la perfezione, la vogliamo ritrovare in ogni cosa, in ogni gesto. Ma cos’è, poi esattamente, la perfezione? Un modo di essere che non ci appartiene, che però vogliamo far vedere agli altri. Mentre in casa torniamo imperfette, o forse normali?

Quelle mamme che camminano con i figli per mano, composti che nemmeno le guardie di Buckingham Palace. Io che devo rincorrerli mentre con le loro biciclette mi sono già passati avanti e che se chiedo di darmi la mano è un pò come quando provi a parlare in Inglese in Francia, praticamente impossibile.

Le mamme perfette non esistono perché sticazzi cucinare sempre bio, solo pasta e pane  integrale e la coca cola è delitto nazionale. Vuoi mettere ogni tanto un Mcdrive con tutti e tre i tuoi figli e quella puzza di McChicken che ti rimane in auto per almeno una settimana!?

Ma come fate, voi ad essere sempre calme, e con il rossetto mai sbavato?

Con la borsa nursery piena in ogni scompartimento: pannolini, body, cambio di stagione e termos con la cena perché non si sa mai.

E la borsa a tracolla di Gucci, perfetta, intonsa.

Senza biscotti plasmon appiccicati nelle tasche della giacca.

Ma forse meno felici?

le mamme perfette non esistono

Non lo so! Io faccio parte di quelle mamme che quando bisogna sgridare, sgrida, che quando c’e bisogno di una sculacciata, sculaccia. Perché dai, quando ce vò, ce vò!!! Ma sono, SOPRATTUTTO, quella mamma che ha un bisogno sfrenato di abbracciare i propri figli in qualunque momento, che non rinuncerebbe mai a raccontargli la favola della buonanotte, che non esce di casa se non gli ha baciati tutti quanti.

Il mio bicchiere di vino la sera, quello lasciatemelo stare.

Oddio ma che fai bevi?!?!

Si così la favola della buona notte è ancora più divertente!!!

E comunque quello che conta davvero è quando i tuoi bambini prima di chiudere gli occhi ti dicono: “Mamma, sei la più migliore del mondo” Ecco ciò che vale la pena per me. Che tu sia perfetta e con la borsa di Gucci o che tu beva lo Spritz alle 4 di pomeriggio mentre aspetti che finisca la lezione di nuoto.

MAMMA GLAMOUR

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando arriva il freddo i bambini sono i primi a risentirne. Humana Difensil Immuno rinforza le loro difese immunitarie.

Premetto che noi partiamo fortunati, perché vivendo al mare, possiamo godere di un clima mite e di un sole tiepido anche nei mesi invernali. Il giubbotto imbottito sembra quasi un miraggio, fino a Gennaio, perché è solo dopo Natale che inizia il freddo, quello vero.

humana difensil immuno

Noi fino ad Ottobre facciamo il bagno in mare, ci asciughiamo al sole e addosso ci rimane ancora quel sapore di estate che ci spettina i capelli e ci colora la pelle di un’abbronzatura dorata per almeno un mese ancora.

I bambini corrono in spiaggia a piedi nudi, in costume, al più con una T-shirt, per coprire lo stomaco. Di natura il loro sistema immunitario è molto forte! Ma noi mamme lo sappiamo bene, il naso che cola e la tosse sono sempre dietro l’angolo che aspettano di farci lo sgambetto!

Per prevenire il più a lungo possibile la venuta dei fastidiosi malanni invernali, ho scelto Humana Difensil Immuno.

A base di succo di Sambucovitamina C, D, E, Zinco e arabinogalattani da Larice e fermenti lattici tindalizzati. La vitamina D e lo Zinco contribuiscono al normale funzionamento del sistema immunitario. Il Sambuco invece mantiene la  fluidità delle secrezioni bronchiali supportando la funzionalità delle prime vie aeree.

humana difensil immuno

Non si tratta altro che di un integratore alimentare sotto forma di sciroppo, dal gusto gradevole e che piace ai bambini. I miei lo adorano e la mattina fanno a gara per chi lo beve per prima! Mi sento dire: “Mamma mi dai lo sciroppo buono?” Non devo nemmeno convincerli o corromperli con qualche dolciume già la mattina presto!

humana difensil immuno

Secondo me è un valido aiuto per i miei bambini che sono in età scolare e prescolare. Quindi soggetti a parecchi germi tra scuola e asilo, lo trovo un grande alleato per renderli più forti. Un misurino da 10 ml di Humana Difensil Immuno toglie il medico di torno!!! 🙂

Intanto noi ci respiriamo anche una buona dose di aria di mare, ogni giorno dell’anno, a pieni polmoni!

MAMMA GLAMOUR

 

 

 

 

 

Laminazione ciglia: per uno sguardo intenso ma naturale senza extension.

La laminazione ciglia è la nuova moda in campo estetico. Per avere uno sguardo intenso e glamour, senza applicazione di extension. Io l’ho provato e ora vi spiego come funziona la laminazione ciglia.

In che cosa consiste la laminazione ciglia e quali sono i vantaggi rispetto all’applicazione delle extension.

Io ho avuto la possibilità di provare entrambe le tecniche. Per quanto riguarda le extension lashes: non mi sono mai fatta applicare extension troppo lunghe per le mie ciglia. Perché ho sempre voluto ottenere un risultato molto naturale ma comunque di grande effetto.

laminazione ciglia

La laminazione ciglia invece rappresenta davvero l’avanguardia nel mondo dell’estetica, per quanto riguarda la cura del viso, in particolare gli occhi. Ho avuto modo di provarla recentemente e sono molto soddisfatta del risultato. La procedura è molto semplice e veloce: basta un’ora di seduta dalla vostra estetista (abilitata al trattamento) e uscirete con uno sguardo intenso, glamour e naturale!

Laminazione ciglia: tre passaggi per avere uno sguardo più intenso.

laminazione ciglia

Si applicano i patch sotto agli occhi per fermare le ciglia inferiori.

Sulla palpebra vengono applicati altri patch, più piccoli, a seconda della lunghezza delle vostre ciglia, hanno misure diverse (small, medium, large). A me è stata applicata la small.

A questo punto le ciglia vengono “tirate su” e posizionate sul patch.

Una volta completata questa operazione viene applicata una colla che andrà ad incurvare la ciglia.

laminazione ciglia

Ora le ciglia sono pronte per essere colorate.

Anche in questo passaggio il tempo di posa è di più o meno 15-20 minuti.

Prima di rimuovere la tinta viene applicato il colore sulle sopracciglia. Io ho preferito la tinta marrone, per non stravolgere troppo il viso. Inoltre la durata di posa per la tinta delle mie sopracciglia è stata solo 5 minuti perché, essendo molto chiara, rischiavo che il colore mi tingesse anche la pelle.

Ultimo passaggio: rimuovere la tinta con uno shampoo apposito.

Ed ecco il risultato finale:

laminazione ciglia

La laminazione delle ciglia e la tinta alle sopracciglia conferiscono uno sguardo più intenso e definito. Non vi nego che per me è stato un bel cambiamento che ha dato una svolta al il mio aspetto. Mi sento più donna, più femminile, e anche un pò più matura (per non dire grande). Sicuramente curata e con uno sguardo intenso che fa risaltare al meglio i miei occhi azzurri.

Glamour e dall’effetto naturale, proprio perché sulle ciglia non viene applicato alcuna extension per infoltirle. Al contrario l’infoltimento si crea con l’incurvatura e la tinta della ciglia stesse. Inoltre si può applicare anche il mascara  per ottenere un effetto maxi-volume.

Ricordatevi pero che dopo il trattamento si consiglia di non bagnare ciglia e sopracciglia per 24-48 ore. More info at Estetica Bijoux

MAMMA GLAMOUR