Follow Me

Close

Ecco cosa tenere delle decorazioni natalizie per mantenere un ambiente caldo ma ancora invernale.

Il 7 Gennaio (come da copione) ho smontato l’albero e le decorazioni natalizie “principali”. Come i pupazzi di babbo Natale, svariati Elfi, mini alberelli glitter e un albero di natale fatto da me e papà Glamour. Bellissimo, che dura ormai da 6 anni ed la decorazione natalizia a cui siamo più affezionati.

Ogni anno, si aggiungono poi, i lavoretti fatti a mano dai bambini, a scuola e all’asilo. Inutile dire che sono tenerissimi e che li vorrei tenere in bella vista tutto l’anno. Ma poi si aggiungerebbero a quelli di Pasqua, quelli per la festa del papà, la festa della mamma, ecc, ecc…

Ho voluto tenere alcune decorazioni di Natale per mantenere un ambiente caldo e ancora invernale.

Quali sono allora le decorazioni natalizie che possiamo tenere tutto l’anno per avere una casa accogliente e “cozy” per 365 giorni? 

Sicuramente le lucine. Come il filo di rame: sottile e dall’effetto minimale. Ricrea un bagliore tenue ma che riscalda l’ambiente. Provate a metterlo dentro ad un vaso appeso oppure su una credenza/armadio come ho fatto io.

ambiente caldo e invernale

ambiente caldo e invernale

ambiente caldo e invernale

ambiente caldo e invernale

Un altro elemento green che fa molto inverno è l’eucalipto. Quando inizia ad appassire lo lascio seccare, e dura tantissimo. Quello che vedete è ancora dello scorso inverno. Un bel mazzo grosso l’ho messo sopra la vasca da bagno, così con il vapore dell’acqua sale tutto il profumo balsamico mentre i piccoli fanno il bagno. Poi ho diviso vari rametti e li ho messi in dentro a vasi che ho distribuito in varie stanze della casa: cucina, camera matrimoniale e “camera nuova”. Che nel frattempo non ha ancora preso una vera e propria identità.

ambiente caldo e invernale

ambiente caldo e invernale

ambiente caldo e invernale

Tornando a cosa si può (o si vuole) mantenere delle decorazioni natalizie. Ecco la stella di carta luminosa, insieme allo sgabello di legno e pelo.

La stella fa allegria e diventa a tutti gli effetti un complemento di arredo. I bambini la adorano e ormai la accendono da soli. Questa si può anche appendere, in questo modo potete cambiarla di posto se vi stufate di averla sul davanzale della finestra. Lo sgabello di pelo ormai è in Casa Glamour dal giorno dei giorni e non lo tolgo mai neanche d’estate. Penso che si intoni perfettamente allo stile nordico della mia piccola ma accogliente casa!

ambiente caldo e invernale

Il pelo è un po’ un leitmotiv di tutti gli ambienti. Cuscinetti di pelo sulle sedie del tavolo della cucina e anche in questa bianca, che tengo nella “cabina armadio”. Ovviamente la sedia è più che vintage. La avevo in camera mia quando ancora abitavo dai miei genitori e penso che mia mamma l’avesse recuperata nei magazzini della fabbrica di biciclette. Io l’avevo poi pitturata di un pink bubble gum degno di ogni teen che si rispetti.  Infatti potete vedere la vecchia pittura sotto quella bianca che diedi solo qualche anno piu ‘ tardi quando il rosa-gomma-da-masticare mi aveva, a quanto pare, nauseata!!!

Però mi piace così, Non ci posso fare nulla, a me piacciono le cose sgretolate, un pò decadenti ma che sanno di casa e accoglienza.

Infine, ma non meno importante, per avere un ambiente caldo e invernale tutto l’anno nella propria abitazione, non possono mancare le coperte di lana. Impilate una sopra l’altra sul divano, sul letto, su di un pouf, oppure sulla poltrona. Un altro elemento che non se ne va mai via da Casa Glamour è questo legno, trovato sulla spiaggia durante una delle nostre tante camminate in spiaggia, dopo mareggiate pazzesche, alla ricerca di piccoli grandi tesori.

ambiente caldo e invernale

ambiente caldo e invernale

Il legno lo abbiamo “addobbato” con una ghirlanda di perle di legno rivestite in cotone, mai più tolta da li! Secondo me sta benissimo in cucina vicino al vecchio sgabello da lavoro del mio bisnonno (costruiva strumenti musicali). Le coperte invece le divido: un pò sul lettone e un pò sul divano, qui sono tutte insieme ( ovviamente ne ho altre nel cassetto!)

Non posso mancare le candele, di ogni tipo e fattezza. Profumate, colorate, alte basse. Appoggiate semplicemente sul tavolo della cucina, a bordo della vasca da bagno oppure su di un candelabro di design, come questo qui che io adoro, e prima o poi mi comprerò.

ambiente caldo e invernale Pic credit via Pinterest

E voi? Togliete tutte le decorazioni di Natale o mantenete qualcosa come me?

MAMMA GLAMOUR

 

Vorrei fermare il tempo ad oggi, per almeno 10 anni. Questo tempo così stancante ma così pieno, di amore.

Vi guardo e non siete mai uguali all’attimo prima. Cambiate e mutate ogni giorno, ogni secondo. È difficile starvi dietro, raccogliere tutte le vostre conquiste, i vostri progressi senza perderne nemmeno uno. Non mi piace correggervi gli errori e così sorrido quando mi dite “Mamma SALO da solo” oppure “Guarda c’è la NEVVIA fuori” e ancora “Mi metti il KEPACH sulle patatine per favore grazie prego”. E potrei continuare all’infinito.

Vorrei fermare il tempo ad oggi per almeno 10 anni. Questo tempo (un pò bastardo) perché poi non ti ridà indietro nulla.

Così cerco di archiviare tutto dentro il mio cuore.

Tutte le vostre prime volte, che non sono mai uguali, perché avere tre figli non significa fare copia e incolla. Ognuno di voi è diverso, ogni vostra prima volta è stata sempre un’emozione grandissima. Ed é sorprendente quanto siate diversi, ma uniti dallo stesso filo d’amore con cui io ed il nostro papà cerchiamo sempre di tenervi legati.

Vorrei avervi sempre con me, proteggervi, farvi sentire al sicuro in ogni dove. Vorrei sconfiggere i mostri,  che di notte si nascondono dietro l’armadio, con uno schiocco di dita. Vorrei accogliervi nel mio lettone, sempre, anche se spesso è sovraffollato. Anche se la mattina mi sveglio con la schiena rotta e una stanchezza che non se n’è mai andata dalla sera prima.

Per me, ora, avete l’età più bella: 6 anni, 4 anni e quasi 1. Nonostante la piccola sia sempre attaccata a me, i “grandi” sono indipendenti, in una giusta misura, in quel perfetto mix di conquista e bisogno. Quella voglia di crescere che però poi gli fa fare un passo indietro. Un passo verso la mamma, verso ciò che si conosce meglio. Un passo per raggiungere le certezze che si hanno.

fermare il tempo ad oggi

Non importa se mi chiamate 1000 volte al minuto, se non riesco mai ad essere in orario, malgrado mi prepari 3 ore prima di qualsiasi appuntamento. Ma non rinuncerei mai a svegliarvi con una carezza, a riempirvi di baci e “a perdere tempo” nel guardarvi mentre ancora siete mezzi addormentati. A prepararvi la colazione, la merenda per la scuola e assicurarmi che stiate bene prima che usciate con il papà.

Ci sarà tempo per convivere con la noia, per non aver lavatrici da fare, giochi da mettere a posto e micro t shirt da piegare.

Ci sarà tempo per sentirmi un pò meno indispensabile, quel tempo che mi vede essere in ogni dove, sempre pronta ad ogni vostro richiamo. Ecco questo tempo qui, io lo vorrei fermare ad oggi per almeno 10 anni perché Dio solo sa quanto mi mancherà. Quanto mi mancherete così piccoli, quanto mi mancheranno le vostre manine cicciotte accarezzarmi il viso appena truccato e chissenefrega se mi sbavate il mascara.

Tra 5 anni non ci sarà più nessuno che mi appiccicherà gli stickers sulle ante degli armadi, che mi allagherà il bagno, chi rovescerà due litri di bagnoschiuma per ricreare la neve. Non avrete bisogno di me per vestirvi, lavarvi i denti e allacciare le scarpe. E ancor peggio non vorrete più i miei baci, non me li chiederete ed io sarò costretta a darveli di notte, mentre dormite. Mentre ancora però io mi incanterò a guardarvi, perchè di questo non sarò mai sazia.

Non mi stancherò mai di ripetervi quanto vi ami, quanto farei di tutto per voi. Quanto siete la mia vita. Oggi, che sono nel pieno del mio “lavoro da mamma” dove molte volte non trovo nemmeno 10 minuti per preparare una cena che sia decente, ebbene oggi fermerei questa vita così frenetica e la vorrei vivere per altri 10 anni, ancora.

Così esattamente così con voi che compirete sempre 6, sempre 4 e sempre quasi 1 anno.

Con il cuore.

LA VOSTRA MAMMA