Follow Me

Close

Arriva Tikimo, la scarpina con il GPS che registra ogni movimento del bambino…Cosi` so sempre dov’e’ quando non e’ con me.

Abitiamo in un paese piuttosto piccolo, che se vai a comprare il pane e non hai il portafoglio dietro ti dicono di passare domani, tanto sanno dove venire a cercarti.

Abitiamo in un posto dove Allegra, e ora anche Orlando, conosce alla perfezione la via di casa, e la strada che porta dalla spiaggia alla gelateria, dall’edicola alla piazzetta.

Un paese cosi’ piccolo dove tutti si conoscono, che se dovessi perdere di vista i miei figli, tutti saprebbero dove riportarmeli. Fortunatamente non mi e’ mai capitato, sono sempre attenta a tutto e soprattutto agli altri, ma i rischi ed i pericoli sono sempre dietro l’angolo, ed io non sono un supereroe, sono solo una mamma.

Per questo quando mi hanno chiesto di provare le calzature Tikimo in anteprima, non ho avuto alcuna esitazione ed ho accettato immediatamente.

Ora vi spiego come funzionano!

Processed with VSCO with a5 preset

Processed with VSCO with a5 preset

Il sistema TIKIMO è un brevetto internazionale unico perché riconosce il piede umano che indossa le scarpe Tikimo. Questa caratteristica ti consente di sapere che ogni qualvolta visualizzerai una posizione sulla mappa elettronica LI’ SI TROVERA’ DAVVERO IL BAMBINO e non solo il dispositivo elettronico o le scarpine: se esse fossero infatti tolte dal piede, il sistema TIKIMO comunicherà immediatamente la posizione geografica attuale memorizzandola.

img_4820

Allegra le adora, sapete perche’? Perche’ si illuminano quando cammina e poi sono coloratissime, quelle con i fiorellini sono le sue preferite!

La calzatura e’ dotata di una SIM Card Dati integrata, da abbinare al bambino, che si attiva una volta soltanto e lo puoi spostare ed usare in ogni scarpina Tikimo che ti seguira’ durante tutta la crescita del tuo bambino. Infatti le calzature Tikimo sono disponibili nei numeri 24-34.

Il prezzo della calzatura e’ di 44,00 Euro, con il dispositivo GPS si aggiungono 29,90 Euro nei quali e’ compresa la sottoscrizione al servizio della App per 6 mesi.

Grazie all’applicazione TIKIMO LIVESENSE viene registrato ogni movimento del bambino, il tragitto che percorre, le calorie che brucia e i chilometri percorsi, tutto nel feedback personale del bambino.

img_4818

Inoltre si viene informati di ogni movimento riguardante la calzatura:

  • quando viene indossata
  • quando viene tolta
  • quando la batteria si sta per caricare
  • quando la batteria e’ carica

img_4819

Tikimo coniuga innovazione, sicurezza e moda, e noi mamme sappiamo quanto siano importanti tutti questi elementi insieme, essere all’avanguardia, assicurarci che il nostro bambino indossi scarpe sicure e poi diciamoci la verita’: anche l’occhio vuole la sua parte!!!

Processed with VSCO with a5 preset

 

attachment-1-72


MAMMA GLAMOUR

Le luci, il legno, il pelo, le coperte calde sopra il divano, una camomilla fumante prima di andare a letto e il caldo tepore di una casa vestita d’inverno.

Non e’ poi cosi male dai, certo ci si mette un po’ ad abituarsi al buio delle 5 e agli alberi spogli, ma trovo in loro un grande e misterioso fascino, la nebbia tra i viali e quel grigio che si puo’ sconfiggere vestendosi di comfort, i tuoi jeans preferiti e gli stivali col pelo, una bella sciarpona fatta a mano e il cappotto oversize.

Ho imparato ad amare i mesi autunnali da quando mi sono trasferita nella mia casa, da quando ho potuto arredare ogni angolo secondo il mio gusto personale: quello scandinavo, che rimanda ai paesi del Nord, alla mia adorata Danimarca, ai suoi colori pastello e ai tulipani sui davanzali delle finestre, ma anche all’Olanda, le biciclette e i canali con le facciate grigie e nere delle tipiche case strette e lunghe.

danimarca-e-svezia_01_aereo_0_0

Alla Svezia che ancora non conosco, ma che e’ il mio piu’ grande sogno insieme alla Norvegia. Prima o poi ci andro’, prima o poi l’aurora boreale fara’ parte del mio patrimonio visivo ed emozionale.

Essendo cosi’ lontana fisicamente da questi luoghi per me magici e a cui sono legata da ricordi indelebili che custodisco gelosamente nel mio cuore, rifuggo ogni mio amore per questa terra nell’arredo della casa e in piccoli dettagli, nella moda e nel design.

Avete mai pensato che anche la casa possa cambiarsi d’abito? Che anche la nostra abitazione abbia bisogno di un cambio armadi?

Ebbene si’, bastano piccoli cambi di outfit per vestire la casa a seconda della stagione e senza spendere un patrimonio. (sotto vi lascio il dettaglio di cosa ho acquistato con i relativi prezzi)

Io mi sono concentrata sulla zona living, perche’ e’ lo spazio che piu’ utilizziamo di tutta la casa se non il piu’ ampio e di cui riusciamo a goderne tutti, soprattutto io e papa’ glamour.

Vediamo come si puo’ cambiare aspetto al divano: bastano un copriletto a quadrettoni nero e bianco, fodere per cuscini abbinate, cuscini in ciniglia bianchi, e una copertina di pelo per il puffo, cosi’ i nostri piedi saranno sempre al caldo!!!

15068269_1030620587063384_327842437535380298_o

In questo modo avete dato un tocco di comfort in piu’ al vostro divano e mentre guardate la TV non sentirete piu freddo!

Passiamo ai complementi di arredo.

Ogni tanto mi diverto a trasformare semplici oggetti in qualcosa di particolare e super originale, basta un po’ di fantasia e un pizzico di manualita’ per ri-dare vita, per esempio, ad una vecchia cornice rotonda, guardate in cosa l’ho trasformata:

15025158_1031611830297593_8021782602884969546_o

A dire il vero non so se ha un nome, potrebbe essere una ghirlanda luminosa in legno, perfetta per creare quella giusta atmosfera che ti fa sentire avvolta da un tepore rilassante e fa gia’ subito Natale.

Vi faccio vedere dove l’ho messa:

14939394_1022418524550257_677197473587157328_o                                        Processed with VSCO with j1 preset

Sul davanzale della finestra e’ perfetto perche’ la luce soffusa si intravede anche da fuori ed e’ bello tornare a casa e sapere che l’ambiente e’ gia’ confortevole.

Il legno richiama immediatamente ai Paesi Nordici. Qui durante le mareggiate il mare regala sempre detriti di vario genere, ma soprattutto tronchi e rami d’albero. L’anno scorso ne feci incetta e addobbai ogni pezzo di legno in modo diverso, con uno ci feci una lampada, con altri il presepe e i restanti li ho addobbati o con ghirlande di tessuto o con lucine a batteria.

1980114_791949327597179_705375963670886768_o

Processed with VSCO with j1 preset

Processed with VSCO with j1 preset

Non dimentichiamoci la parte green che e’ molto importante, io non sono per nulla un pollice verde ma ogni tanto mi compro qualche piantina da bagnare giusto una volta ogni 10 giorni, cosi’ non rischio di farle morire subito. I Nordici tengono molto alle piante e soprattutto ai fiori.

Con i legni piu’belli invece costruii un alberello di Natale da appendere al muro, senza dimenticarmi delle palline e le luci.

(niente foto ve la faro’ vedere in un prossimo post, magari dedicato solo al Natale)

Un’altra cosa che io amo particolarmente sono le lucine di arredo, che illuminano e decorano insieme.12247986_788846657907446_6656436897553860672_o

 

Processed with VSCO with j1 preset

La casa rispecchia la nostra personalita’, fa vedere agli altri quello che ci piace di piu’ , e denota molte cose del nostro essere piu’ profondo. Qualcuno un giorno mi disse “Puoi capire tante cose di una persona anche solo da come dispone i cuscini sul divano, se c’e’ polvere sui mobili o se i soprammobili sono disposti perfettamente secondo un ordine ben preciso.”

Cosa significa?

Che non necessariamente una casa troppo perfetta rispecchi altrettanti proprietari perfetti. La perfezione esteriore e’ sintomo di qualcosa che non riusciamo a mettere in ordine dentro di noi.

Quindi ben vengano muri disegnati da piccoli artisti, coperte stropicciate e asciugamani fuori posto, scarpe fuori dalla scarpiera e biberon sul tavolo in cucina.

La casa va vissuta, va sporcata, dobbiamo renderla nostra, curarla e arredarla come piu’ ci piace, deve essere il nostro luogo , qualcosa che ci faccia sentire bene, che ci faccia dire “questo e’ il mio posto”

La casa va vestita.

lista acquisti

copriletto IKEA 39,99 EURO

tappeto di pelo MAISON DU MONDE 19,99 EURO

fodere cuscini IKEA da 4,99 a 5,99 EURO

cuscini in ciniglia (anno scorso) MAISON DU MONDE 19,99 EURO

pianta da vaso IKEA 2,50 EURO

ghirlanda a pois (3 anni fa) IKEA 6,99 EURO

luci colorate (anno scorso) BRICO 19,99 EURO

ghirlanda luminosa (anno scorso) MAISON DU MONDE 16,99 EURO

luci a batteria IKEA e BRICO da 2,50 a 7,99 EURO

materiale di recupero GRATIS

 

MAMMA GLAMOUR

 

 

Il Natale si avvicina e bisogna pensare ai doni per la nostra famiglia, oggi vi do 10 idee per regali sotto i 30€!

Facciamo sempre molte foto durante il giorno, io personalmente ne scatto davvero tante, la maggior parte per lavoro e il resto ai miei figli: adoro immortalare le loro facce buffe e le pose simpatiche!  Foto meravigliose che rimangono lì, nella libreria dell’iPhone e raramente ne sviluppo qualcuna, forse giusto quelle per l’armadietto dell’asilo.

Che peccato!

Recentemente ho scoperto PhotoSì, un servizio che consente di stampare le tue fotografie digitali direttamente da casa. È facilissimo: basta selezionare le immagini da sviluppare e, scegliendo l’opzione di consegna a casa, le riceverai nel giro di pochissimi giorni. Io ho approfittato dell’arrivo del S. Natale per iniziare a fare qualche regalo e devo dire che c’e’ veramente l’imbarazzo della scelta.

Vi faccio vedere che cosa ho scelto per la mia famiglia:

attachment-1-67

Calendario mensile con gruccia e cover full foto per smartphone con rivestimento interno.

Il calendario e’ composto da 7 pagine, quella di copertina, piu’ altre 6 pagine con la stampa fronte-retro per tutti i mesi dell’anno! Io che modifico sempre i miei scatti, avevo un po’ timore della resa della stampa, che invece e’ risultata ottima, e risalta la luce e i colori nitidi delle fotografie.

Processed with VSCO with a5 preset

La cover è rigida, riveste alla perfezione l’iPhone e possiede anche un rivestimento interno per una maggiore protezione. La stampa è molto buona: sembra di avere una vera e propria fotografia stampata dietro il telefono!

Processed with VSCO with hb1 preset                                            Processed with VSCO with hb1 preset

Ammetto che è stata dura fare una selezione fra il mio repertorio di più di 10.000 fotografie, per questo ho pensato ad altri regali che realizzerò presto, tutti ad un costo inferiore a 30€, eccoli qui:

Fotolibro Racconti, disponibile nelle misure 15×22 oppure 20×15, per vivere l’emozione di leggere un libro fatto solo di vostre fotografie, distribuite su due pagine per esaltarne l’immagine. Racconti vi permette di trasformare le vostre fotografie in libri di qualità.

Frame Matte, una cornice dall’aspetto tradizionale ma che si arricchisce di materiali evoluti e dal gusto moderno. La stampa opaca plastificata esalta ogni fotografia e i suoi colori, arredando con uno stile unico le vostre pareti.

FotoQuadro Piuma, viene fornito gia’ con il foro sul retro, pronto per essere appeso.

FotoQuadro Plexiglass , con spessore di 3mm per dare ai vostri ricordi nuova luce e arredare con stile. È spesso solo 3 mm e risalta la fotografia per intero, senza cornice.

Table Box , è un formato innovativo che prevede la stampa della fotografia direttamente sul frame e su entrambi i lati. Un oggetto di design unico nel suo genere, da appoggiare ovunque si voglia in casa: sul comodino, su una mensola ecc.

Calendario Mensile Panoramico , dal design contemporaneo e alla moda, perfetto per realizzare un Calendario Mensile originale per l’ufficio o la casa. Io lo trovo un oggetto di arredo assolutamente unico ed originale, poiché le foto vengono stampate sull’intera pagina.

Cuscino Full Foto , per stampare i vostri ricordi su un cuscino e rendere la vostra casa ancora più personale e simpatica. Oppure può essere una bellissima idea regalo! La foto viene stampata su tutta la grandezza del cuscino.

Cuscino Rettangolare Small in questo caso invece la forma del cuscino è rettangolare, ma l’immagine viene resa sempre a grandezza, la forma diversa rende ancora più elegante la camera da letto o il salotto.

Per chi fosse a corto di tempo, e davvero non sappia da che parte iniziare, nella sezione Eventi potrete trovare idee regalo a seconda della stagione, della festivita’ e dell’evento. Ci sono sezioni dedicate alla mamma e al papa’, e per i piu’ piccoli vi e’ anche la sezione scuola. Per chi è appassionato di sport c’è persino il fotolibro per racchiudere i momenti più belli di una squadra e, per non dimenticare proprio nessuno, c’è anche la sezione business con biglietti da visita, brochure e moltissimi gadget aziendali.

Ad ognuno il suo !!!

Cliccando la sezione  “Trova il regalo”  decidi subito chi vuoi sorprendere: il tuo partner, i tuoi genitori, i tuoi parenti, i nonni o i figli… Per scrivere una meravigliosa storia fatta di fotografie!

C’è davvero l’imbarazzo della scelta, tante idee per regali unici e indimenticabili! Inoltre vi ricordo che se effettuate la registrazione al sito PhotoSi avrete ben 10 EURO in regalo per il vostro primo ordine online!

Allora cosa aspettate?

Io ho gia’ deciso di stampare le mie emozioni con PhotoSi’, voi?!?

 

MAMMAGLAMOUR

 

 

 

 

PHOTOSI NATALE E SAN VALENTINO

Alcune linee guida per la resa perfetta di post sponsorizzati su INSTAGRAM.

Piu’ o meno tutti i giorni ho a che fare con uno o piu’ prodotti da pubblicizzare sui social, in particolare su INSTAGRAM, che sia un oggetto di design, un capo di abbigliamento, un libro per bambini o una crema di bellezza, cerco sempre di esaltare il prodotto senza perdere di vista il mio stile, cioe’ quello di MAMMAGLAMOUR.

Non e’ facile, lo so, ma con il tempo ho imparato sempre di piu’ e con qualche piccolo accorgimento riesco ad amalgamare le due cose: pubblicita’ e stile si uniscono alla perfezione.

Quasi sempre ?!

 

img_4247

 

In questo collage potete vedere alcuni esempi di foto-sponsor presenti sul mio profilo INSTAGRAM. Chi mi segue sa che io tengo particolarmente alla struttura dei miei post e che curo molto la parte di editing, infatti per me luce e colori sono fondamentali e ogni singola foto deve stare bene accanto a tutte le altre, come un susseguirsi di immagini, che deve avere un filo conduttore, perche’ nulla va postato mai per caso e niente deve essere sempre uguale. 

Quello che non dovete mai fare.

  1. Pubblicare la foto con la seguente didascalia: “Grazie a Nome Azienda per il bellissimo regalo che ci ha fatto!” In questo modo e’ palese che voi stiate ringraziando il brand che vi ha omaggiato del suo prodotto, che non ci sarebbe nulla di male, ma se siete recidivi, alla lunga vi ritroverete con sole foto di “pura pubblicita'” per non dire “da markettari
  2. Esaltare il prodotto come UNICO, che come lui non c’e’ NESSUNO, che da quando avete scoperto questa marca non la mollerete piu’ e che meglio di cosi non si puo’ trovare e che lo avete sempre usato! Ecco, sebbene dobbiate pubblicizzare il prodotto e veniate pagate per questo, sarebbe meglio evitare un elogio tale, poiche’ magari vi potra’ capitare di collaborare magari per brand competitor per il quale dovrete risaltarne le stesse peculiarita’.
  3. Evitate di piazzare il prodotto in centro al tavolo o sull’erba in giardino, le foto asettiche e prive di personalita’ denotano sempre una mancanza di professionalita’ e di vero coinvolgimento nell’utilizzo del prodotto.

 

Consigli per la buona riuscita del post.

  1. Modificate sempre la qualita’ della fotografia in modo da migliorarla nei colori e nella luce, senza schiarire troppo altrimenti si rischia di sfocare l’immagine e quindi il prodotto. Attenzione a non alterare  il colore perche’ si rischierebbe di rendere poco riconoscibile cio’ che si sta pubblicizzando.
  2. Ambientate il prodotto a seconda del vostro stile e quindi al target delle foto che scattate ogni giorno, i vostri follower devono riconoscere subito che siete voi e non pensare che vi sia stato imposto un certo regime.
  3. Cercate di ambientare il prodotto in un contesto di real life, di vita quotidiana, quindi inserirlo in circostanze veritiere. Se per esempio devo pubblicizzare un pacco di pasta imbastiro’ un setting table come se stessi davvero per mangiare e quindi apparecchio la tavola per il pranzo.

Il prodotto deve essere si al centro dell’attenzione, grazie a dettagli di contorno che portano l’occhio del lettore direttamente a guardare l’oggetto interessato.

Parlando prima da consumatrice che da blogger, senza dubbio sarei piu’ invogliata ad acquistare un prodotto “contestualizzato”, piuttosto che una “semplice” foto-pubblicita’ senza altri elementi di contorno. Quindi facendo un altro esempio, se devo sponsorizzare una maschera viso, la andro’ direttamente ad applicare, e dopo…Un bel selfie mascherata e il gioco e’ fatto!!!

Bisogna fare attenzione soprattutto al tipo di prodotto che si deve pubblicizzare, ricordiamoci che la foto deve catturare l’attenzione di chi la guarda fin da subito, e subito il consumatore vuole vedere di cosa si tratta e di che prodotto si sta parlando per capire, a sua volta, come lo puo’ utilizzare a casa sua.

Non e’ mai troppo semplice, lo so, io ci sono volte che impiego ore ed ore per scattare fotografie e trovare la giusta mise en place per ciascun prodotto. Tutto il lavoro che sta dietro ad una “semplice” foto e’ FONDAMENTALE per la buona riuscita del post sponsor.

Spero di avervi dato qualche consiglio utile per i prossimi vostri post, nel frattempo imparo anche io, perche’ ogni giorno e’ una sfida e io cerco di catturare sempre il meglio che ci sia!

 

MAMMAGLAMOUR

 

 

 

 

Come tutte le cose piu’ belle, anche il nostro viaggio in California e’ passato, e anche troppo in fretta. Ecco il diario della nostra #calilife!

Un posto chiamato casa, perche’ li’ noi ci sentiamo davvero tanto citizens e poco visitors. Ora vi spiego perche’, secondo noi.

San Francisco e’ uno di quei luoghi che ti illuminano gli occhi, che ti fanno guardare in ogni angolo di strada per non perderti nulla, perche’ a San Francisco NON puoi permetterti di NON vedere.

attachment-1-65

Da qui per esempio si vede tutto, da qui si concentra l’essenza della citta’: Downtown e i suoi grattacieli che non disturbano, ma che si integrano alla perfezione con le tipiche strade sali e scendi. E poi c’e’ lui: il Golden Gate, che sovrasta, ma non toglie nulla, anzi, rende tutto piu’ significativo.

Io vi assicuro, che quando si passa li’ sopra, ti manca il fiato, guardi giu’ e vedi la corrente dell’oceano che spinge l’acqua fuori dalla baia, guardi su e vedi i pilastri rossi che sorreggono il ponte sul mare. E quella strada che ti sembra infinita, poi non e’ mai abbastanza.

San Francisco ti fa correre, ti spinge, e ti fa andare forte…A San Francisco non puoi permetterti troppi hamburger accompagnati da french fries perche’ devi essere dinamico. Dinamico come la citta’.

Strutturata su piu’ livelli, ma raggiungibile da ogni dove e con qualunque mezzo. Gli avvocati per esempio, vanno a lavoro con la bicicletta, da corsa. Nessuno per strada fuma, non ho visto neanche un ragazzo accendersi una sigaretta.

Giorno 1: Downtown City.

Processed with VSCO with a5 preset

Processed with VSCO with a4 preset

Processed with VSCO with a5 preset

14666191_1008231605968949_8942089354108281151_n

14690966_1007711516020958_664519690581230633_n

Cammini per quelle strade e ti sembra impossibile essere nel cuore di una citta’ statunitense. I grattacieli sono gentili, e il cielo si vede dappertutto. Ho visto una coppia uscire dall’ospedale del centro con in braccio il loro bambino appena nato, ed era come se uscissero dalla porta di casa.

I tram ti riportano negli anni ’50, ma tutto e’ all’avanguardia. E fai quelle salite, ma non senti la stanchezza, nemmeno un po’.

Giorno 2: Fisherman’s Wharf & Pier 39.

Processed with VSCO with a8 preset

Le foche e il panino col granchio. Le giostre a due piani e le bancarelle con le mele caramellate e lo zucchero a velo insacchettato con la scritta “take a piece at home“.

Processed with VSCO with a8 preset

Alcatraz.

Processed with VSCO with a8 preset

Giorno 3: Painted Ladies, Ocean Beach & the Zoo.

Processed with VSCO with a8 preset

Processed with VSCO with e4 preset

Le Signore Colorate rendono Alamo Square un pezzo di design dal valore aggiunto. C’e’ chi dice “sono solo case”, ma io mi unisco al coro e penso che siano  le 7 case piu’ colorate ed eleganti della citta’, e poi scusate, ma da li’ si vede tutta downtown, che sembra nascere proprio dalle Painted Ladies!

Processed with VSCO with a8 preset

Processed with VSCO with a5 preset

Processed with VSCO with a4 preset

Processed with VSCO with a4 preset

Processed with VSCO with a4 preset

Processed with VSCO with a4 preset

Processed with VSCO with a4 preset

Processed with VSCO with a4 preset

 

Giorno 4: in barca nella baia.

Processed with VSCO with a5 preset

Processed with VSCO with a4 preset

Processed with VSCO with a4 preset

 

Credo proprio che non sia da tutti un giro in barca a vela nella baia di San Francisco, ma grazie a papa’ Glamour abbiamo potuto godere anche di questo. Mentre lui regatava noi lo seguivamo su una barca di legno, e tra una virata e l’altra prima vedevamo il ponte e poi la citta’, un moto continuo: prima uno e poi l’altra.

E per concludere la giornata, un tramonto mozzafiato sul Golden Gate visto dal San Francis Yacht Club.

14721676_1008682742590502_7528155704562403248_n

Giorno 5: to the North, Stinson Beach & Mill Valley.

Processed with VSCO with a8 preset

Processed with VSCO with a9 preset

Processed with VSCO with a8 preset

Processed with VSCO with a5 preset

E’ difficile descrivere il rumore dell’oceano. Le sue onde sono cosi’ lunghe che fatichi a guardarle, fanno un casino bestiale, un rumore sordo, con tutta quella schiuma bianca. E ti chiedi come sia possibile surfare quelle onde, eppure c’e’ chi senza di quelle non sa stare. I surfisti, in California, sono dappertutto.

Giorno 6: Sausalito.

Sausalito e Tiburon sono come due paesini del mediterraneo, affacciati sul mare, con il loro porticciolo e le barche a vela. I bistrot sulle palafitte, e una terrazza sul mare. I colori sono sempre pastello, ma forse un po’ piu’ accesi. Si vede che la gente li’ e’ felice. San Francisco la vedi al di qua del ponte, ed e’ bellissima. Sempre.Processed with VSCO with a5 preset

Processed with VSCO with a5 preset

Processed with VSCO with a5 preset

Giorno 7: under the Bridge, Palace of Fine Arts & Lombard Street.

 

Processed with VSCO with a5 preset

Orlando dormiva nel passeggino 🙂

Processed with VSCO with a5 preset

14707772_1011565322302244_4911225222522258416_o

Lombard Street

Processed with VSCO with a5 preset

Processed with VSCO with j1 preset

 

14590029_1011458495646260_6784630263852189026_o

Palace of Fine Arts

Lasciamo San Francisco con quel senso di appagamento, che ti lascia con il cuore un po’ piu’ pieno, e gli occhi lucidi, perche’ San Francisco non si dimentica.

Per noi e’ casa.

E allora a presto SF.

MAMMA GLAMOUR

Plasmon Nutri-mune, il latte crescita ricco di vitamine, 100% made in Italy e senza Olio di palma.

Ho avuto la fortuna di allattare entrambi i miei bambini, al seno, fino al loro primo anno di eta’, Orlando per l’esattezza fino a 15 mesi e Allegra 9. Che poi non so se sia fortuna, bravura o la natura che fa semplicemente il suo “dovere”…Ma per me e’ stato molto importante creare questo rapporto cosi’ forte con i miei bambini, fatto di nutrizione si’, ma soprattutto di amore, coccole e contatto all’ennesima potenza.

E quando si smette di allattare che succede?

Questa e’ stata una domanda che per molto tempo mi ha tormentata, un po’ perche’ trovo sia molto comodo allattare e avere cosi’ “la pappa sempre pronta”, e un po’ perche’ lo svezzamento mi ha sempre destato dubbi e preoccupazioni, soprattutto con il secondo, che fin dalla nascita si e’ mostrato un po’ piu’ complicato rispetto alla prima, anzi, MOLTO DI PIU’!

attachment-1-62

Infatti con Orlando, nonostante lo abbia allattato cosi’ a lungo, ho dovuto prendere in considerazione anche il latte artificiale per qualche mese, in quanto la sua crescita non raggiungeva i risultati dovuti.

E qui sorge un’altra domanda:

quale latte artificiale e’ piu’ indicato per il mio bambino?

Cosi’, tra l’ampia scelta e le svariate prove, ho optato per il Latte Crescita Plasmon, che è stato appositamente formulato per integrare la dieta dei bambini dall’anno di età.

Ho provato anche io molte volte ad allungare il latte vaccino con meta’ dose di acqua naturale per renderlo meno “pesante”, ma quello che davvero conta e’ che nel Latte Crescita Nutri-mune vi e’ un maggior contenuto di ferro e vitamine rispetto al latte vaccino, per dare al bambino il corretto contenuto di ferro di cui ha bisogno che contribuisce allo sviluppo del sistema cerebrale e del sistema immunitario.

NUTRI-MUNE: 
CHE COS’E’?

Dopo anni e anni di ricerca in Italia, Plasmon ha rinnovato tutta l’offerta dei latti, andando a creare la nuova linea Nutri-mune, che contiene alcune caratteristiche uniche e un esclusivo ingrediente il Lactobacillus Paracesei CBA L74: un ceppo specifico e ben caratterizzato di lattobacillo, un batterio che appartiene alla famiglia dei fermenti lattici. Questo lattobacillo è in grado di fermentare il latte in un processo ben noto e naturale, pari a quello necessario per la produzione dello yogurt. Grazie a questa caratteristica, il lattobacillo produce alcune importanti sostanze, i metaboliti, durante il processo di fermentazione.

Il latte crescita Nutri-mune viene prodotto partendo sempre dal latte fresco ed e’ l’unico con materie prime selezionate e garantite dal programma Oasi nella Crescita ( >>> OASI APERTE dove si e’ concluso l’ultimo evento il 1 Ottobre a Brunico, per vedere da vicino l’utilizzo degli ingredienti di prima qualita’) prodotti esclusivamente Italiani e senza olio di palma.

Per spiegarvi meglio come nasce il latte crescita Plasmon, ecco un simpatico video:

NOTA INFORMATIVA: 

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda l’ allattamento materno esclusivo per almeno i primi sei mesi compiuti di vita del bambino, mantenendo il latte materno come alimento principale fino al primo anno di vita. Il latte materno cambia composizione nel tempo per meglio adeguarsi alle necessità di crescita del neonato. Per questo motivo il latte materno è UNICO e INIMITABILE. Plasmon come azienda sostiene e promuove l’allattamento al seno in accordo con tutte le associazioni nazionali ed internazionali.

 

MAMMA GLAMOUR